rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Economia Mirandola

Terremoto e imprese, Lapam: "Non congelate i crediti ai fornitori"

Alla vigilia dei tre incontri con gli imprenditori colpiti dal sisma, Lapam lancia l’allarme: “Bene il congelamento dei crediti, ma attenzione alle conseguenze sui fornitori”

Lapam non abbandona le aziende colpite dai sismi del 20 e 29 maggio, e a partire da domani organizza tre incontri con gli imprenditori di Mirandola, San Felice e Carpiper spiegare i contenuti del recente decreto governativo su temi fiscali, rapporti di lavoro e agibilità delle strutture. Ma l’organizzazione analizza ad ampio spettro i danni portati dal terremoto, e mette in luce un nuovo problema: benché sia doveroso congelare i crediti delle aziende terremotate, bisogna valutare anche i danni che tale provvedimento provocherebbe alle aziende fornitrici, che in questo modo rischiano la perdita completa della liquidità. Se infatti le commesse non possono essere pagate, vengono messe in ginocchio anche tutte le aziende subfornitrici, creando una spirale perversa da cui sarà difficile uscire senza un'azione decisa di banche e governo.

Nel frattempo, un sostegno concreto ad aziende e lavoratori viene messo in campo anche dai Coach professionisti affiliati a Icf Italia (International coach federation), che gratuitamente mettono a disposizione personale e risorse per coloro che si vedono costretti a ricominciare da capo la propria vita professionale. Per informazioni, e per richiedere la possibilità di usufruire delle sessioni gratuite scrivere a volontariato@icf-italia.org.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto e imprese, Lapam: "Non congelate i crediti ai fornitori"

ModenaToday è in caricamento