Nuove voci d’inverno, a Castelvetro una rassegna di voci di giovani autori

Parte quest’inverno la nuova rassegna Nuove voci d’inverno, una rassegna di voci di giovani autori che affrontano temi delicati dell'adolescenza come la dipendenza da droghe, il bullismo, l'amicizia e il rapporto genitori-figli in maniera coinvolgente e d'impatto. Un momento di scambio e riflessione per tutta la famiglia. A cura dell'assessorato alle politiche giovanili del Comune di Castelvetro.

SABATO 23 NOVEMBRE 2019
ANDREA DE CARLO
Ore 17 presso l'auditorium della scuola elementare p. levi di Castelvetro
Andrea De Carlo (Modena, 1998).
Nell’aprile del 2015 diventa collaboratore del quotidiano
Gazzetta di Modena, per il quale si occupa di cronaca locale, in particolare di tematiche relative ai giovanissimi, come alcool, droga, fumo nelle scuole e fenomeni di bullismo. A 17 anni ha pubblicato il suo primo romanzo a cui ha dato il nome Bianca Neve. Un nome chiaro per chi vive nel mondo
della dipendenza, una realtà così vicina ai giovani che a volte diventa parte della loro vita.
“La mia speranza è che Bianca Neve possa essere un modo per aprire un bel dialogo con ragazzi e genitori, suscitando in noi punti di domanda per conoscerci meglio. Anche perché è vero che il libro tratta di droga, ma il vero scopo è parlare dei giovani attraverso la droga: la droga in questo libro
è un mezzo per aprire un canale di comunicazione, non un fine.”

GIOVEDì 19 DICEMBRE 2019
GIORGIA BENUSIGLIO
Mattina: incontro con gli studenti delle scuole medie
Ore 20.30 incontro aperto a tutti presso l'Auditorium della scuola elementare P. Levi
Nel 1999, dopo aver assunto mezza pastiglia di ecstasy tagliata con veleno per topi, Giorgia ha subito il trapianto del fegato. Da allora, ha deciso di impegnarsi per sensibilizzare genitori e ragazzi sul consumo di droghe. Ha tenuto più di 3.000 conferenze e ogni anno incontra circa 90.000
persone. Su di lei è stato realizzato il docufilm Giorgia vive, ed ha già pubblicato due libri: Vuoi trasgredire? Non farti! (2010) e Io non smetto (2018).
"Nel 1999 sono stata miracolosamente salvata, grazie ad un trapianto di fegato, dopo aver assunto una piccola quantità di ecstasy. Da quel giorno, ho deciso di trasformare la mia esperienza in una lezione di vita, informando e parlando ai ragazzi dei rischi legati all'assunzione di droghe."

SABATO 25 GENNAIO 2020
ALESSANDRO Q. FERRARI
Ore 17 presso la sala consigliare del comune di Castelvetro
Alessandro Q. Ferrari è uno sceneggiatore di fumetti, cartoni animati e serie tv. Nel 2016 la sua graphic novel Star Wars The original trilogy è stata un bestseller mondiale, nella top ten del «New York Times». Dal 2006 Alessandro collabora con De Agostini, The Walt Disney Company,
Lucasfilm, Rainbow, Rai, Luxvide, Zodiak, Rizzoli/Lizard. Le ragazze non hanno paura (2018) è il suo straordinario romanzo d’esordio.
"Da vittima dei bulli so quanto sia importante che se ne parli. Molte delle prepotenze descritte nel libro “Le ragazze non hanno paura” vengono da esperienze personali e penso che leggerle possa
aiutare a superare la vergogna"

In collaborazione con Libreria Castello di Carta di Vignola
Per informazioni Ufficio Cultura 059/758818

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • McCurry, 70 immagini scattate in ogni angolo del mondo dedicate alla passione per la lettura

    • dal 13 settembre 2019 al 6 gennaio 2020
    • Palazzo dei Musei, Sala Mostre e Gallerie Estensi
  • Parva Naturalia, in Piazza Grande il tradizionale mercatino d’un tempo con le strenne di Natale

    • Gratis
    • dal 7 al 23 dicembre 2019
    • Piazza Grande Modena
  • Psicologia tibetana, meditazione, intelligenza emozionale: Conferenze e Workshop Gratuito

    • Gratis
    • dal 16 ottobre 2019 al 22 gennaio 2020
    • CEA
  • Il Capodanno 2020 in Piazza Roma diventa “La Notte della Taranta"

    • Gratis
    • 31 dicembre 2019
    • Piazza Roma
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento