rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Eventi

Teatro: musica e letture dedicate alla Memoria per una serata originale e intensa

Al Teatro Comunale 'Pavarotti' è andata in scena una serata piuttosto piacevole e ben organizzata tra musica e letture dedicate alla Memoria. Tra il pubblico anche tanti bambini

Un appuntamento originale e piacevolissimo ieri sera al Pavarotti di Modena, dedicato alla Memoria, intesa come origini, e affetti, come indagine introspettiva, come saggezza e patrimonio culturale. Simone Maretti, intervallando le musiche del programma, ha offerto al pubblico alcune letture incentrate sul tema della serata, tra tutte un estratto da “Le Città Invisibili” di Italo Calvino. Una scelta di grandissimo effetto ed incredibile attualità, focalizzata sullo straniero Marco Polo che fatica a raccontare la propria Venezia ad un Gran Khan affascinato ma diffidente, incapace di distinguere tra ricordi e fantasie del viaggiatore.


I brani, quasi tutti dedicati in memoriam, sembrano essere stati scelti quasi a volersi unire agli autori nel ricordo dei dedicatari, tra cui Fauré, Bàrtok e l’immenso Debussy. Un ricordo reso ancora più sincero dalla scelta di autori dell’ultimo secolo con numerose recenti “trascrizioni”, che costituiscono l’emblema dell’ “omaggio” musicale all’opera di un autore passato. Sorprendentemente coerente con il tema della serata è anche la formazione dell’AdM Ensemble, costituita sia da maestri di Conservatorio (tra cui Gabriele Betti, flauto traverso, e Omar Zoboli, oboe) e musicisti giovani, ma già di grande esperienza, come Paolo Lombardi e Michal Duris, entrambi violinisti, che i musicofili della zona forse ricorderanno in qualche concerto bolognese tra le fila dell’Orchestra Mozart di Claudio Abbado. Tra il pubblico, neanche a farlo apposta, è stato bello vedere numerosi bambini accompagnati dai propri genitori

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teatro: musica e letture dedicate alla Memoria per una serata originale e intensa

ModenaToday è in caricamento