Bianco, rosso e…verde oro, concerto all'Auditorium Marco Biagi

Sabato 13 aprile presso l' Auditorium Marco Biagi alle ore 16,45 giovani compositori italiani e brasiliani a confronto con il concerto "Bianco, rosso e … verde oro".

Ensemble del Laboratorio di musica del‘900 e contemporanea
Coordinamento e Concertazione Marco Bonechi, Luca Tassi, Direttore

Musiche di Henrique Machado Baiões inteiros para ensemble
e Marco Pedrazzi Tre aforismi per ensemble
n.1 Ipnotico, come chiodo fisso
n.2 Desolato
n.3 Incerto  

Ilaria Bertani, flauto  
Silvia Torri, clarinetto e clarinetto basso
Fausto Cigarini, violino 
Vittorio Zelocchi, violoncello 
Gloria Didonna, contrabbasso
Francesco Mazzonetto, pianoforte 
Radoslaw Wieczorek, chitarra 
Leo Tiziano Piccolo, Stefano Marzocchi percussioni 

Diplomato in pianoforte, Marco Pedrazzi (Bologna, 1994) sta studiando composizione con Antonio Giacometti e si sta perfezionando in musica da camera con il M. Maurizzi presso il Conservatorio di Parma, e con Claudio Pasceri presso l’Accademia di Musica di Pinerolo. Ha scritto su commissione per festivals quali “FestivalFilosofia” di Modena, “EstOvest Festival” di Torino e “AngelicA” di Bologna, ed ha scritto colonne sonore per RAI e TV2000. Dedito alla divulgazione musicale con lezioni-concerto, è conduttore radiofonico del programma PrendiNota in onda su RadiorEvolution di Parma, ed è fondatore di In.NovaFert, collettivo bolognese per la divulgazione e l’esecuzione della musica contemporanea.

Un viaggio attraverso momenti di disperazione, di nevrosi e manie, in un progressivo allontanamento dal lume della ragione. Un viaggio, dunque, che riecheggia quello del Pierrot Lunaire, anche per via dell’organico e di alcuni trasfigurati richiami disseminati qua e là. Ma qui non c’è alcun ritorno, non c’è falce di luna che possa fungere da remo questa volta. E così, dopo l’irruenza del primo aforisma e la nevrosi del secondo, il terzo aforisma si chiude inabissandosi freddamente, senza rallentare né cedere ad alcun patetismo. È una presa di coscienza – in un fugace sprazzo di lucidità – della propria condizione. È pura rassegnazione. Nulla sarà mai più come prima.

Henrique Machado é compositore, arrangiatore, direttore, fagottista, clarinettista ed insegnante. è stato fondatore del Sexteto Vento Brasileiro (2013 - 2014), del Trio Romano (2016), nonché direttore e arrangiatore dell’ Orquestra AfroReggae (2017 - 2018). Nel 2016 si è aggiudicato il premio per la migliore musica strumentale al Festival da Rádio Mec . Attualmente lavora come professore di clarinetto e flauto dolce, oltre a scrivere musica per committenze private ed istituzionali..

Baiões Inteiros é una composizione che commistiona la scala esatonale con il  “Baião”, un ritmo autenticamente brasiliano. Attraverso questa inusitata combinazione, si crea una sorta di “prototonalità”, a partire dalle polarizzazioni sul Do che successivamente passano sul Mi. Il Baião a toni interi, come dire ... Luiz Gonzaga e Messiaen... Brasile e Françia. Un’altra delle peripezie di Henrique Machado...

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

I più visti

  • Diventare istruttore cinofilo? A Modena si può

    • dal 22 febbraio 2020 al 23 gennaio 2021
  • Basta uno sguardo: dodici fotografie ritraggono l'anima del Mercato Albinelli

    • Gratis
    • dal 12 dicembre 2020 al 28 febbraio 2021
    • Mercato Albinelli
  • "Il Museo in diretta" presenta online la spettacolare chiesa di Sant'Agostino

    • solo oggi
    • Gratis
    • 21 gennaio 2021
    • Online
  • Giornata della memoria, in tv il concerto "Liberazione - Il tempo resterà"

    • solo domani
    • 22 gennaio 2021
    • Teatro Storchi
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    ModenaToday è in caricamento