“Armoniosamente”, concerto a San Martino di Montese 

Violino, violoncello e arpa per un concerto che si muove tra Ottocento e Novecento. Mercoledì 7 agosto, alle 21, nella chiesa parrocchiale di San Martino di Montese, nuovo appuntamento con la rassegna “ArmoniosaMente” che vedrà protagonisti Carlo Cantini al violino, Massimo Repellini al violoncello e Davide Burani all'arpa. Il concerto è a ingresso libero e gratuito. 

Nel programma scelto dai tre artisti ci sono autori attivi tra la seconda metà dell'Ottocento e i primi anni del Novecento, a partire da Edward Elger, compositore inglese del quale il trio eseguirà “Salut d'amour”, scritto dal giovane Elger come regalo di fidanzamento per la futura moglie. A seguire, la Meditazione sul primo preludio del Clavicembalo ben temperato di Bach, opera di Virgilio Ranzato (famoso come autore di operette come “Il paese dei campanelli”); Serenada di Ruggero Leoncavallo; una Preghiera composta dall'arpista olandese Johannes Snoer e, infine, due brani di Alfred Oelschlegel, direttore d'orchestra e organista boemo, e di Nikolaus Moritz Mostler. 

Giunta all’8ª edizione, “ArmoniosaMente” è il cartellone in cui sono confluite le rassegne musicali “Lungo le antiche sponde” (alla 21ª edizione), e “Armonie fra musica e architettura (alla 32ª edizione). La rassegna nasce dalla collaborazione tra l’Associazione Culturale Cantieri d’Arte e l’Associazione Amici dell’Organo “Johann Sebastian Bach”, con la direzione artistica di Davide Burani e Stefano Pellini, ed è promossa dai Comuni, dalle associazioni e dalle parrocchie ospitanti, con il contributo di Regione Emilia Romagna, Bper Banca e Lapam.

Carlo Cantini, violinista, compositore, arrangiatore, produttore, è nato a Mantova nel 1962. Diplomato in violino al Conservatorio di Mantova, dopo qualche anno di insegnamento si è dedicato esclusivamente all’attività di concertista, specialmente nell’ambito della musica moderna o contemporanea evitando di mettere dei confini nei vari generi musicali. 

Massimo Repellini ha cominciato lo studio del violoncello a Mantova e si è diplomato al Conservatorio di Milano. È stato primo violoncello in numerose orchestre e svolge anche un'intensa attività di musica da camera. L’ensemble Salotto ‘800, da lui fondato, gli permette di vivere la sua passione per la lirica in qualità di violoncello solista suonando nei più famosi teatri d’Italia e del mondo. 

Davide Burani, diplomato in pianoforte e arpa, ha conseguito il diploma di secondo livello in arpa al Conservatorio di Parma. Si è esibito in qualità di solista in prestigiose sedi concertistiche in Italia e all’estero e ha collaborato in qualità di prima arpa con numerose orchestre. È regolarmente invitato nelle giurie di concorsi internazionali e, dal 2014 collabora con il gruppo cameristico Italian Opera Chamber Ensemble. Dal 2009 è docente di arpa all’Istituto Superiore di studi musicali “Peri” di Reggio Emilia. 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Grandezze & Meraviglie, fino a dicembre tanti appuntamenti con il Festival Musicale Estense

    • dal 28 agosto al 22 dicembre 2019
  • Emèrgenti in tour al Montiblanca di Sassuolo

    • 19 ottobre 2019
    • Montiblanca Disco Club
  • "Bizzarri X", festa al Vibra per i 10 anni di Bizzarri Records

    • 18 ottobre 2019
    • Vibra Club

I più visti

  • McCurry, 70 immagini scattate in ogni angolo del mondo dedicate alla passione per la lettura

    • dal 13 settembre 2019 al 6 gennaio 2020
    • Palazzo dei Musei, Sala Mostre e Gallerie Estensi
  • Dalla street art alle celebrità modenesi, arriva la rassegna autunnale di Free Walking Tour

    • dal 21 settembre al 1 dicembre 2019
    • Modena
  • VIXI. L'inedita iconografia della morte in mostra a Carpi

    • Gratis
    • dal 13 settembre al 3 novembre 2019
    • Archivio Storico Comunale
  • Festival del gusto e dei prodotti tipici modenesi, in piazza Grande torna "La Bonissima"

    • Gratis
    • dal 18 al 20 ottobre 2019
    • Piazza Grande
Torna su
ModenaToday è in caricamento