180 studenti registi per il Festivalfilosofia. Online 52 video per il Progetto Clip 2020

Per il settimo anno consecutivo, anche nel periodo di lock-down, il festivalfilosofia coinvolge gli istituti scolastici del territorio per il Progetto Clip, brevi videoletture di brani di classici del pensiero che costituiscono un’“antologia” sul tema della prossima edizione, “macchine”

Sono 52 i  videoclip online sul tema della prossima edizione del festivalfilosofia, “macchine”. Nella sezione “Progetto Clip”, è possibile guardare e ascoltare le studentesse e gli studenti degli Istituti di Modena, Pavullo, Sassuolo che interpretano, nelle cornici delle 3 città, brani di Sofocle, Bacone, Galilei, Cartesio, Spinoza, La Mettrie, Leopardi, d’Alembert e Diderot, Leibniz, Bergson, Kant, Marx, Simone Weil, Pirandello, Mary Shelley, Isaac Asimov, Searle, Popper, Turing, solo per citare una parte dei 30 autori selezionati.

I 52 videoclip esaltano aspetti storici, teorici, filosofici e letterari di tematiche centrali dell’edizione del ventennale del festivalfilosofia, come ad esempio il lavoro, l’automazione, le arti, le tecniche, le macchine, la coscienza e l’intelligenza artificiale.

Hanno partecipato a questo progetto, che si ripete per il settimo anno, sette Istituti scolastici: l’Istituto Cattaneo-Deledda, i Licei Muratori-San Carlo, Tassoni e Wiligelmo di Modena, il Liceo Formiggini di Sassuolo e, per il secondo anno consecutivo, l’Istituto Marconi e il Liceo Cavazzi-Sorbelli di Pavullo nel Frignano. In rappresentanza di 24 classi, sono stati coinvolti nella realizzazione dei video più di 180 studentesse e studenti, in qualità di lettori, operatori di ripresa e montaggio.

Orientati dal festival, classi o gruppi ristretti di studenti hanno scelto assieme ai loro insegnanti opere e brani nei quali il tema “macchine” è trattato in modo significativo, presentando anche traduzioni originali dei testi, per realizzare infine i video, coadiuvati dai registi dello STED di Modena.

Particolarmente importante il lavoro svolto quest’anno dagli studenti nel periodo di lock-down, insieme ai docenti e allo staff del festival: gli studenti si sono infatti messi in gioco, con l’aiuto dei registi dello STED, garantendo la loro partecipazione e quindi la conclusione delle attività anche da casa, in modalità a distanza. Sono state così ripensate le modalità di lettura, interpretazione, ripresa e montaggio dei video, trovando soluzioni creative con il contributo attivo delle scuole.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum sul taglio dei parlamentari: tutto quello che c'è da sapere

  • Pullman nel fosso dopo uno scontro con un furgone, grave incidente a Campogalliano

  • Covid, 15 casi a Modena. Oltre la metà da contagio famigliare

  • Addio a Maria Lucia Matteo, stimata ginecologa di Carpi

  • Covid. La Regione lancia il test gratuito in farmacia per i genitori degli studenti

  • Contagio, 18 casi in provincia di Modena. Due ricoveri in ospedale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento