rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Cultura

Il cinema a scuola contro l'isolamento adolescenziale: il progetto "Apriamo quelle porte"

Il progetto che coinvolgerà tre Istituti superiori di Modena vuole portare una riflessione, in particolare sul ritiro sociale: un fenomeno complesso e attuale che usa l’evitamento come difesa estrema dal timore dell’interazione con gli altri

“Apriamo quelle porte”, questo il titolo del progetto nato dalla collaborazione tra Azienda Usl di Modena (Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze Patologiche), Arci Modena, Ennesimo Academy e Comune di Modena, con il Patrocinio del Comune di Modena assessorato all’Istruzione e il sostegno della Fondazione di Modena, rivolto agli adolescenti del territorio.

Le porte, da aprire, saranno quelle dietro cui i ragazzi nascondono le proprie necessità psicologiche, dietro cui si isolano. Un percorso che, attraverso l’analisi di alcune pellicole e del linguaggio cinematografico, cercherà di abbattere il pregiudizio che parlare con uno psicologo, magari a scuola, sia roba da matti o da sfigati. Il progetto vuole portare una riflessione, in particolare sul ritiro sociale: un fenomeno complesso e attuale che usa l’evitamento come difesa estrema dal timore dell’interazione con gli altri.

“Il ritiro sociale sembra essere aumentato dopo la pandemia – spiegano i direttori di Ennesimo Film Festival, cui fa capo il progetto di educazione all’immagine Ennesimo Academy, Federico Ferrari e Mirco Marmiroli. In particolare, i contatti con le persone reali sono spesso sostituiti, tra gli adolescenti, con una frenetica attività sul web, che spazia dai videogiochi ai film. L’idea è dunque quella di sfruttare lo stesso linguaggio cinematografico e delle serie tv, molto affine agli adolescenti, per fornire loro una nuova chiave di lettura: lo strumento che può favorire la solitudine diventa così un mezzo attivo di confronto”.

“Apriamo quelle porte” coinvolgerà, in questa prima fase, tre Istituti superiori di Modena – Liceo Sigonio, Ipsia Corni e Istituto Professionale Cattaneo-Deledda – per un totale di dieci classi. Nel percorso, i ragazzi si confronteranno con gli educatori di Ennesimo Academy per approfondire le scelte registiche con cui nei film viene affrontato il tema dell’adolescenza e il rapporto tra personaggi adolescenti e le proprie case. A seguito delle lezioni “teoriche”, i ragazzi saranno poi chiamati a scrivere un soggetto cinematografico che abbia come tema un adolescente in relazione con il proprio spazio domestico: dietro le porte, ci sono delle case, che si fanno metafora di una condizione psicologica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cinema a scuola contro l'isolamento adolescenziale: il progetto "Apriamo quelle porte"

ModenaToday è in caricamento