rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Cultura

“L’arte non ha confini” il concorso per favorire arte e linguaggi espressivi

Mostra dedicata agli elaborati degli studenti vincitori del Concorso a premi indetto da Casa delle Culture e Polisportiva San Faustino e giornata celebrativa di un importante percorso culturale ed inclusivo

L’Associazione Casa delle Culture, che ha sede a Modena in via Wiligelmo, sin dal 2006 si dedica all’organizzazione e promozione di attività dedicate all’inclusione e alla realizzazione di progetti interculturali, per scuole, bambini e adolescenti.

Insieme alla Polisportiva San Faustino ha indetto il concorso a premi “L’arte non ha confini”, rivolto agli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado, al fine di favorire l’incontro e la formazione dei ragazzi e promuovere la letteratura, l’illustrazione, il fumetto e vari linguaggi espressivi. L’iniziativa è stata patrocinata dal Comune di Modena e sviluppata in collaborazione con il Gruppo del Fumetto, l’Associazione Pediatrica “Il Piccolo Principe” e l’Associazione “Città & Scuola”, col contributo del Lions Club Modena Romanica.

 Al concorso hanno preso parte cinque scuole secondarie di primo grado, otto docenti, 33 classi e circa 200 ragazzi che hanno presentato 178 elaborati, tra cui 17 sculture provenienti da studenti del Liceo artistico Venturi.

La giornata di premiazione e apertura della mostra è fissata per sabato 13 maggio e il programma prevede alle ore 10:00 una visita alla mostra degli elaborati delle

scuole in compagnia del Pifferaio Magico, dalle ore 11.00 le premiazioni e un laboratorio sul fumetto, per poi proseguire nel pomeriggio dalle ore 15.00 con laboratori artistici, di origami e arti varie e letture nel parco; dalle ore 16.00 si andrà alla scoperta degli alberi in compagnia del WWF, si pulirà insieme il Bonvi Parken e ci sarà un laboratorio di MANGA.

Il Concorso prevedeva per le scuole primarie la realizzazione di un fumetto e/o illustrazione sulla fiaba di Gianni Rodari “Il giovane gambero”. Le scuole secondarie di primo avevano come oggetto di interpretazione la fiaba di Italo Calvino “Cola Pesce” e per la scuola secondaria di secondo grado la sintetica sceneggiatura inedita “il Pugile”, una storia di vita simbolica che induce alla riflessione.

La mostra è allestita in parte nei locali della Casa delle Culture in via Wiligelmo, 80 e in parte nei locali della polisportiva S. Faustino riservati alla sede della Biblioteca del Fumetto. Sarà visitabile anche per tutta la settimana successiva fino a domenica 21/05/2023 compresa.

“La grande partecipazione da parte degli studenti e delle scuole, che hanno prodotto un elevato numero di elaborati oltre che la storia del pugile raccontata con tavole di fumetto e con sculture, è motivo di grande soddisfazione. Il risultato ha onorato l’obiettivo di questo concorso, finalizzato a mettere in relazione tanti ragazzi provenienti da famiglie di culture diverse per creare maggiore integrazione e fornire istruzione all’insegna appunto dell’arte che non ha confini”, sottolinea il Presidente della Casa delle Culture Valter Reggiani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“L’arte non ha confini” il concorso per favorire arte e linguaggi espressivi

ModenaToday è in caricamento