A scuola di robot, inaugura l'Atelier Digitale della scuola primaria

Un approccio alle moderne tecologie già dai primi anni di scuola. E' il progetto che prende piede anche alle Palmieri di Magreta

Liberare la creatività, anche attraverso robot e altri strumenti digitali. A Magreta di Formigine, è stato inaugurato l’Atelier Creativo Digitale della Scuola Primaria “V. Palmieri”, un’esperienza che coinvolge in quest’anno scolastico le classi di tutti e tre i plessi, dalle seconde alle quinte. 
A seguito della rimodulazione dell’aula di informatica all’insegna della multimedialità e grazie all’acquisto di 14 tablet e altro materiale, tra cui diversi robot di vario genere, gli alunni hanno potuto approcciare, dopo alcuni incontri formativi per le insegnanti, il conteggio con il sistema binario, imparare a dare istruzioni secondo una sequenza logica, programmare piccoli robot, anche con siti didattici appositamente creati, il tutto per leggere la realtà con un occhio diverso, arricchendo in modo spontaneo e divertente le proprie capacità di risolvere i problemi.
Nella giornata di presentazione, dopo il saluto da parte del sindaco Maria Costi e di Luca Malagoli del Museo della Bilancia, che ha scritto il progetto di Atelier Digitale insieme alla maestra Giulia Catellani, gli alunni si sono trasformati in insegnanti e i genitori in allievi, sperimentando il risultato dei diversi laboratori in quella che è diventata per tutti una vera “festa robotica”.

Un’opportunità offerta dal Piano Nazionale Scuola Digitale del MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca), per un progetto frutto di una collaborazione tra Amministrazione comunale, Direzione Didattica Secondo Circolo di Formigine, Museo della Bilancia di Campogalliano e Comitato genitori “Per chi suona la campanella”.  

“Un’altra esperienza innovativa nelle scuole formiginesi, che avvicina gli alunni alle nuove tecnologie – spiega Antonietta Vastola, vicesindaco e assessore alle Politiche Scolastiche – in un modo divertente e immediato, in quell’ottica di didattica innovativa che affianca, senza sostituirla, quella tradizionale. Ringrazio in particolare Marco Casolari, Dirigente Scolastico del Secondo Circolo di Formigine, oltre al Museo della Bilancia, alle insegnanti e ai genitori che hanno reso possibile tutto ciò”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Carpi, presentata istanza di fallimento per la Arbos

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, curva in flessione per la prima volta. Modena ancora al vertice

Torna su
ModenaToday è in caricamento