menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il BukFestival ricorda Alberto Setti, giornalista e maestro di giornalismo

Alberto Setti è stato una delle penne più preparate del giornalismo modenese, ma anche un maestro per molti giovani che hanno scelto di avvicinarsi a questo mondo. BukFestival Domenica lo ricorda

È venuto a mancare lo scorso aprile Alberto Setti, giornalista della Gazzetta di Modena e maestro di giornalismo per tanti giovani modenesi che lo avevano seguito in numerosi progetti, come 00Willy e Voci dal B(r)anco. Un professionista che sapeva non solo scrivere, ma trasmettere passione e competenze agli studenti,  tanto che alcuni di loro sono poi diventati effettivamente giornalisti.

Vincenza Capolino, professoressa e fondatrice dei progetti 00Willy e Voci dal B(r)anco, ha voluto organizzare insieme al fratello di Alberto, Angelo, e al fondatore di BukFestival, Francesco Zarzana, un'iniziativa dentro al Festival della Piccola e Media Editoria dedicato al suo ricordo.

"Quando un mese fa ho pensato come poter ricordare Alberto - spiega Vincenza Capolino - ho proposto a Zarzana di fare qualcosa a Buk, ma era necessaria un'idea che fosse adeguata a ciò che Alberto ha rappresentato per tutti noi, ovvero un bravissimo giornalismo, ma che ha sempre dimostrato tanta umiltà. Ho proposto così prima al fratello Angelo e poi a Zarzana di intitolare una delle sale del BukFestival ad Alberto Setti e la giornata di Domenica sarà dedicata a lui".

BukFestival è anche un luogo che ricorda a tanti studenti Alberto e l'esperienza di 00Willy e Voci dal B(r)anco perché più volte i giovani sono stati protagonisti del Festival svolgendo il ruolo di Ufficio Stampa, e passando dalla teoria alla pratica. 

L'appuntamento è per Domenica 18 Ottobre alle ore 10.30 all'ex Aem di Modena, location che ospita il BukFestival per tutto il weekend.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento