“Codice Matildico”, il libro-gioco per riscoprire l’Appennino e i suoi luoghi nascosti

Un libro non solo da leggere ma da vivere perchè attraverso le sue pagine, i suoi indovinelli si riscopre l'Appennino e i luoghi segreti di Matilde di Canossa

Un libro-gioco tra Storia e realtà, miti, leggende e cultura che a differenza di un classico romanzo mette il lettore veramente in gioco.

Tutto questo è  “Il Codice Matildico” di Alberto Bazzani. Una narrazione che accompagna i lettori alla scoperta dell’Appennino e dei suoi luoghi nascosti da scoprire tramite gli enigmi che si celano in ogni capitolo ripercorrendo la storia di Sua Maestà Matilde di Canossa per riscoprire dove si cela la sua più antica e preziosa reliquia.

Per giungere all’obiettivo finale si dovrà agire sia con indagini vere proprie nei luoghi in concreto che su internet. Il percorso si snoda in diciassette capitoli corrispondenti a diciassette luoghi da visitare non di comune interesse turistico ma di sicura importanza storica.
Un gioco non solo culturale ma anche competitivo che, così come è pensato dall’autore, deve svolgersi tra il 01 settembre 2020 e il 31 gennaio 2021.

L'autore

L’autore del libro è Alberto Bazzani (Sassuolo, 1965) impiegato bancario e “oste del Castello di Gusciola”. Da sempre legato all’Appennino cerca di promuoverlo attraverso le tante attività intraprese che spaziano dallo sport alle alla cultura e al folklore. Da anni, con la gestione del Castello di Gusciola (Mo),  abbina  l’enogastronomia alle attività culturali e storiche coinvolgendo il pubblico.

Particolarmente attratto dalle vicende di Matilde di Canossa il suo intento è quello di valorizzare una terra, quella dell’Appennino reggiano e tosco-emiliano che gli stessi abitanti non valorizzano o non conoscono.

Alla stesura del libro ha collaborato anche Mirca Ferri, nata a Scandiano nel 1977 e residente a Sassuolo. Si è avvicinata mondo della scrittura fin da ragazza, con la stesura di brevi componimenti pubblicati per il giornale della biblioteca locale. Attualmente frequenta l'Università Domenicana Internazionale con il corso di Storia della Teologia. Ha pubblicato una raccolta di testi in prosa, ”Identità perse raccolte,perdute e ritrovate “ che narrano del cambiamento della sua vita a seguito della scoperta della sua malattia. Recentemente ha vinto un’ attestato di merito partecipando al concorso “ Verba volant, scripta manent “. A Luglio 2019 è uscita la sua prima antologia di racconti denominata: “SOPRAVVISSUTI: Le sorti della guerra le decreta chi decide le regole della pace.” 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • #IoApro, si allarga anche a Modena la protesta dei commercianti per riaprire tutto il 15 gennaio

  • Tavoli pieni e cena regolare nei ristoranti aperti ieri sera contro il Dpcm

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • Coronavirus, percentuale di positivi in crescita. A Modena altro picco

  • Coronavirus, oggi dati in netto calo in Emilia-Romagna. A Modena 203 casi

  • Bozza Dpcm 15 gennaio in arrivo le nuove restizioni. Emilia-Romagna a rischio rosso

Torna su
ModenaToday è in caricamento