Domenica, 26 Settembre 2021
Cultura Formigine

Cà Bella di Colombaro, i nuovi corsi gratuiti in arrivo a settembre

In partenza, grazie al contributo della Regione Emilia-Romagna, una nuova ampia offerta di corsi gratuiti per disoccupati e occupati sui temi di Industria 4.0

Cà Bella, Centro di Formazione Tecnologica che ha sede a Colombaro di Formigine, prosegue la sua crescita con una nuova e ricca offerta di corsi gratuiti: è stata, infatti, approvata dalla Regione Emilia- Romagna l’Operazione “Ca’ Bella 5.0 – Competenze in rete per sostenere la transizione digitale ed ecologica nella meccanica strumentale, meccatronica e automotive”, che renderà disponibili per le persone interessate, disoccupate e occupate, corsi di specializzazione e qualificazione sui temi di Industria 4.0 e a sostegno della transizione ecologica e digitale. Sono i temi oggi centrali per sostenere la competitività del sistema produttivo locale, in particolar modo della filiera meccanica, nel quadro degli impegni assunti verso la transizione “a un’economia efficiente sotto il profilo delle risorse, circolare, digitalizzata e a impatto climatico zero” (Agenda per le competenze per l’Europa per la competitività sostenibile, l’equità sociale e la resilienza). Sono al contempo le competenze che possono favorire l’accesso al lavoro per i disoccupati, giovani e adulti, e migliorare i percorsi di carriera per chi è già al lavoro. Il progetto regionale è stato presentato da Zenit Formazione, ente accreditato capofila del Raggruppamento di Imprese che gestisce Ca’ Bella, in partnership con un altro ente di formazione (Sinergie), e due agenzie per il lavoro (Synergie e E-Work).

Tra il 2021 e il 2022 verranno realizzati 24 corsi, principalmente nella sede di Ca’ Bella, ma anche in altre province: Bologna, Reggio Emilia, Parma, Ravenna. Fondamentale la collaborazione alla candidatura del Comune di Formigine, in questo caso affiancato anche dalle Amministrazioni di Maranello e Fiorano Modenese.

“Ca’ Bella è un progetto di territorio, non ristretto ai confini comunali: per questo ci è sembrato importante chiedere il sostegno anche di altre Amministrazioni che condividono con noi la preoccupazione per le persone che non hanno occupazione e per le aziende che non trovano personale qualificato. Sta maturando una visione comune, che trova in Ca’ Bella un presidio di offerta formativa di alta qualità e in grado di dare una valida risposta a queste preoccupazioni. In questa direzione, è importante che il modello Ca’ Bella’ costruisca collaborazioni anche in altre province: la nostra ambizione è costruire un catalogo di offerta formativa che superi i confini territoriali e sia attrattivo per l’intera regione” ha dichiarato L’Assessore per Formigine Città sicura e dello sviluppo Corrado Bizzini.

“Partendo da un’analisi accurata dei fabbisogni formativi delle aziende del nostro e di altri territori - afferma Cristian Favarin di Zenit Formazione – abbiamo progettato questi 24 percorsi che formeranno competenze, ad esempio, sulla programmazione delle macchine utensili, sulla programmazione dei robot, sui materiali innovativi per la meccanica, sull’efficienza energetica in produzione, sulla progettazione CAD/CAM, sulla manifattura addittiva. La centralità delle imprese in Cà Bella, rappresentate dall’Associazione 4Hub, è fondamentale per provare a rispondere al meglio alle loro richieste di competenze e personale”. Da segnalare che l’Associazione 4Hub si sta allargando, a testimonianza della sempre maggiore attenzione intorno al progetto Cà Bella: alle aziende fondatrici Cooltech, Beckett Thermal Solutions e Tellure Rota, si sono infatti di recente unite anche Grafos Steel e Smartjet.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cà Bella di Colombaro, i nuovi corsi gratuiti in arrivo a settembre

ModenaToday è in caricamento