Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cultura Serramazzoni

Curiosità Modenesi | La leggenda della buca della regina di Serramazzoni

Una leggenda legata ad una principessa che proveniva da molto lontano e che decise di vivere nei boschi di Serramazzoni per fuggire ad un matrimonio da lei non voluto

A Serramazzoni esiste un'antica chiesa, per la precisione una pieve, che esisteva da prima di Matilde di Canossa e che per lungo tempo ha rappresentato una meta del pellegrinaggio nel territorio modenese. Si tratta di Rocca Santa Maria, una chiesa molto legata alla storia locale, anche per via di una leggenda, che purtroppo nel tempo si è persa. La protagonista di questa storia è una giovane fanciulla, che si diceva essere figlia di un re, che consapevole di andare incontro ad un  matrimonio combinato con un uomo speregevole preferì scappare.

Non sappiamo da dove provenisse questa ragazza, tuttavia si sa che ella scappò nelle montagne modenesi e trovò rifiugio nei boschi di Serramazzoni. Con le proprie mani costruì una capanna e visse in questo luogo, alimentandosi di ciò che poteva offrire la foresta, fino alla fine dei suoi giorni. Dopo lungo tempo dalla sua morte, alcuni abitanti di Serramazzoni trovarono la casetta e scoprirono che al suo interno, su un macigno, vi era una serpe che portava sul capo una corona di granelli d'oro. I montanari tentarono di catturarla ma non vi riuscirono perché l'animale trovò una fessura e svanì. I contadini tentarono allora di tagliare in due il macigno così da catturare la serpe, ma non riuscirono più a trovarla, tuttavia sotto di essa vi rivenuto un rigolo d'acqua, da cui oggi si può bere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Curiosità Modenesi | La leggenda della buca della regina di Serramazzoni

ModenaToday è in caricamento