Curiosità Modenesi | La spezieria di millenaria nel cuore di Modena

Un viaggio presso un luogo, ancora oggi visitabile, che raccoglie e prosegue gli studi su spezie ed erbe medicinali

foto di paesionline.it

Nel cuore di Modena vi è una delle chiese più antiche della città, ovvero quella di San Pietro che come abbiamo già spiegato potrebbe trovarsi sopra l'importante tempio di Giove. In questo luogo si trova il collegato Monastero di San Pietro nel quale si registra un'intensa attività di ricerca speziale e medicinale sin dal X secolo, cioè da oltre mille anni fa. Ed è ancora più interessante sapere che in questi mille anni la ricerca non si è interrotta, ma è ancora visitabile oggi un luogo in cui tali studi continuano ed è per altro aperto al pubblico.

Si tratta della Spezieria Monastica, situata all'interno di un cortile accessibile lungo strada San Pieto dallo stesso lato della chiesa, al cui interno troviamo una porta che conduce a questo luogo in cui le spezie vengono studiate, analizzate e poi unite per ottenere prodotti curativi.  Fino alla fine del medioevo tuttavia non era permesso l'accesso alla spezieria che si trovava segretamente custodita all'interno del Monastero di San Pietro, poi ecco che con la ristrutturazione del Cinquecento essa viene collocata a ridosso dell'accesso principale e situata in una posizione strategica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ovvero, presso il primo cortile monastico chiamato per quesot motivo della Spezieria o della Fontana, in questo secondo caso perché lì si trova una fontana datata 1545. Così questa spezieria diventa fondamentale nella riforma sanitaria del XVIII secolo ottenendo il ruolo centrale di servizio medico-farmaceutico della città e dell'intero ducato.  Lo stesso Ludovico Antonio Muratori dedicherà alcuni studi a questo luogo, in particolar modo nel periodo degli anni '10 del Settecento. Ora, purtroppo con le vicende legate alle soppressioni napoleoniche molte decorazioni di questi luoghi sono andate persone, in particolare il vasellame in ceramica. Un mondo, quelleo della spezieria, che è ancora oggi visibile e che vi invito ad andare a vedere qualora siate in zona San Pietro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 71 nuovi positivi, di cui 48 asintomatici. A Modena focolaio in un prosciuttificio

  • Covid. Altri 18 contagiati nel focolaio del salumificio di Castelnuovo

  • Contagio. Tre ricoveri a Modena, uno in Terapia Intensiva

  • Frontale nelle campagne di Soliera, muore un ragazzo di 20 anni

  • Contagio, 7 casi nel modenese. Uno è in ospedale

  • Forno rumoroso in centro storico, sequestrati i locali per la produzione

Torna su
ModenaToday è in caricamento