Drama Teatro, si riparte alla grande con tre programmi

“Il teatro tiene duro e si rafforza” e il Drama di Modena è pronto ad affrontare la nuova stagione con un ricchissimo programma

“Il teatro tiene duro e si rafforza”. Questo il messaggio che viene dal Drama di Modena che presenta un ricco programma, (o meglio tre in uno) senza segni di stanchezza. Come se le difficoltà vissute dallo spettacolo dal vivo trovassero ora nuova linfa creativa per ripartire. Dunque un invito a ricominciare in sicurezza con La corsa di fuochi alla sua ottava edizione, il festival Cinedanza e l’appuntamento estivo Città e Città.

Si comincia con Cinedanza

A conclusione della call internazionale lanciata a maggio su FilmFreeway, che ha visto la partecipazione di 86 registi da più di venti paesi da tutto il mondo, torna il primo festival di videodanza in Emilia-Romagna, una pratica di film-making che è un dialogo tra il movimento degli interpreti e quello della videocamera.

Un festival che fin dalle sue premesse ha voluto costruire una rete locale oltre che internazionale. Quest’anno infatti la Giuria Esperti sarà affiancata da una Giuria Young composta da ragazze e ragazzi under35 scelti tra gli studenti di FMAV (Fondazione Modena Arti Visive) e la Scuola di Teatro Iolanda Gazzerro di ERT. I film vincitori del concorso e quelli scelti dalla Giuria Young verranno proiettati nelle location dei partner di progetto: Supercinema Estivo, Circolo Ribalta e ViaEmiliaDocFest.

La corsa di fuochi

I nomi in cartellone, tanto per citarne alcuni, confermano ancora una volta la qualità delle proposte di La corsa di fuochi, alla sua ottava edizione.

Patrizio Dall’Argine porta in scena uno spettacolo tratto da I negri di Jean Genet; Luca Stetur propone una rivisitazione di Macbeth; Gabriella Salvaterra riporta a Modena le suggestioni che furono di Enrique Vargas, padre nobile del teatro sensoriale con il nuovo spettacolo “Succede”, produzione Drama. Senza dimenticare il Teatro Delle Albe molto amato dagli spettatori della nostra città, con il loro “Saluti da Brescello”.

Appuntamento clou del cartellone sarà con il regista Claudio Morganti che confeziona una serata con Walter Siti e Piergiorgio Giacchè dedicata al cosiddetto voyeurismo televisivo, una conversazione immaginaria con Maria Filippi e Barbara D’Urso, icone indiscusse della tele platea.

Infine la nuova produzione Drama: “Era meglio Cassius Clay, prende avvio da testo e regia di Rita Frongia e vede all’opera Gianluca Balducci, Stefano Vercelli e Angela Antonini.

La corsa di fuochi prevede quest’anno due novità all’insegna della sperimentazione di forme ibride di dialogo tra le comunità: la prima è il Diario critico, una sorta di ricerca  “sul campo” tra l’artistico e l’antropologico, condotta da Enrico Pastore (regista, critico teatrale e collaboratore de “Il Pickwick”) che attraverso l’osservazione e il dialogo con il pubblico analizza l’interazione in tempo reale cogliendone la rilevanza emotiva e creativa degli spettatori.

Come dire: cosa succede in questo luogo? Che relazione si crea con il pubblico? Cosa resta dell’esperienza artistica? Come genera nuova potenziale arte? Inutile dire che il materiale raccolto (il diario) sarà prezioso per progetti in divenire.

La seconda novità sarà Creazione in sette passi proposta dalla regista e drammaturga Rita Frongia che inviterà il pubblico a vivere in prima persona l’evolversi di un processo creativo. Attraverso la dispersione del pubblico in piccoli gruppi, che occuperanno diversi luoghi del teatro, e attraverso la lettura e l’assimilazione di un testo scritto, ognuno potrà portare il proprio contributo alla compagnia che a fine serata porterà sul palco una proposta artistica “collettiva”.

Città e Città festival

Punto di arrivo e sintesi dell’attività di Drama sul territorio cittadino e nazionale, quattro giorni di apertura non-stop dalle 10 a mezzanotte con spettacoli, incontri e laboratori di compagnie professioniste provenienti da tutta Italia.

Il festival sarà preceduto da un weekend dedicato al Mercato dei Pezzi Unici, primo mercato in Italia in cui si vendono le opere artigianali fatte da artisti del teatro (attori, attrici, registi, scenografi, drammaturghi). Sarà un mercato sui generis, pensato come azione performativa coordinata tra i 10 artisti ospiti.

“Siamo sempre stati convinti che il teatro lo fanno gli artisti e il pubblico insieme - dice Magda Siti direttrice artistica di Drama - ora più che mai perché abbiamo imparato dall’emergenza Covid che una crisi globale ha bisogno di risposte globali, locali e internazionali, e che coinvolgano tutti: istituzioni, stampa, associazioni culturali, scuole, soprattutto il pubblico che per noi resta il co-protagonista assoluto del nostro lavoro”.

La città grande

E' uno dei progetti a sostegno dell'ambito musicale, teatrale e cinematografico. Il progetto, frutto della collaborazione tra Amigdala, Drama Teatro e Instabile 19, prevede un intenso programma di rassegne e festival performativi, residenze artistiche e concerti, momenti di formazione e nuove produzioni, sia teatrali che musicali. Amigdala cura Il festival Periferico e la rassegna Verso Sera; Drama Teatro propone la rassegna teatrale La corsa di fuochi, il Festival Cinedanza e l’appuntamento estivo Città e Città; Instabile 19 organizza il festival Teatri del Cimone che si svolge nei comuni di Fanano, Sestola, Riolunato e Montecreto.

Il bando “Mi metto all’Opera” sostiene progetti innovativi che “offrano una produzione artistica di qualità”, anche attraverso l’uso di nuove tecnologie. I progetti possono comprendere uno o più ambiti di intervento: prodotto artistico e luoghi della cultura; formazione, giovani e scuola; welfare culturale; strategie e strumenti per l’innovazione delle attività artistiche. Il Bando “Mi metto all’opera” supera e sostituisce i bandi precedenti: Rassegne Musicali; Rassegne Teatrali; Cori e Bande. Quest’anno sono stati 17 i progetti ammessi al finanziamento. L’elenco completo è pubblicato sul sito della Fondazione di Modena (www.fondazionedimodena.it) nella pagina dedicata ai bandi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Carpi, presentata istanza di fallimento per la Arbos

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

Torna su
ModenaToday è in caricamento