rotate-mobile
Cultura

Cultura e turismo, la Regione prepara un grande festival per il brand Via Emilia

La Giunta sta lavorando ad un progetto per il 2018, a completamento delle celebrazioni dei 2.200 anni della strada che unisce la regione. In campo aziende e musei

Una grande kermesse, un festival da Piacenza a Rimini per celebrare e festeggiare la via Emilia. è il nuovo progetto, a cavallo tra cultura e turismo, che sta studiando la Regione per i 2.200 anni della strada costruita nel 187 a.C. dal console Marco Emilio Lepido. Un'iniziativa in cui saranno coinvolte anche aziende e musei della Motor e Food valley emiliano-romagnola. Ad annunciarlo è l'assessore regionale al Turismo, Andrea Corsini, oggi in conferenza stampa in viale Aldo Moro. 

"Puntare sul brand via Emilia è stata una scelta vincente- rivendica Corsini- sono aumentati i flussi turistici, soprattutto dai Paesi europei ed est europei". Si è rivelato dunque "un progetto internazionale che ha aumentato lo standing dell'Emilia-Romagna all'estero e accresciuto la sua attrattività". Proprio per "tenere alto il brand via Emilia- rivela l'assessore- stiamo pensando di realizzare prossimamente un grande evento. Una festa della via Emilia, un open day in cui coinvolgere anche le aziende della Motor valley, con i loro musei, e i tanti musei del gusto" che costellano la strada da Piacenza a Rimini. 

Sarà "una grande kermesse- insiste Corsini- un festival", la cui proposta definitiva sarà pronta "nei primi mesi del 2018", per coinvolgere tutti i soggetti interessati.

A Modena, intanto, la mostra ospitata al Foro Boario fino all'8 aprile racconta le origini della città, dai tempi della Mutina romana, e del suo sviluppo nei secoli successivi, dal Rinascimento al '900. L'esposizione si apre con la cronaca di eventi, come alluvioni e terremoti, che hanno determinato il seppellimento della città romana fino a oltre cinque metri di profondità. Al termine del percorso, ai visitatori viene chiesto di affidare a una "capsula del tempo" un messaggio per i posteri che sarà letto nel 2099, nel millenario della posa della prima pietra del Duomo di Modena. 

(DIRE)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cultura e turismo, la Regione prepara un grande festival per il brand Via Emilia

ModenaToday è in caricamento