rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cultura

Folclore Modenese | L'igiene nelle case della campagna modenese

Com'erano i servizi igienici nella campagna modenese dei nostri nonni? Tutte le curiosità, le parole che venivano usate e le caratteristiche più strane della vita di neanche un secolo fa

In neanche un secolo di storia le cose sono molto cambiate nel territorio modenese, basti pensare che fino a ottant'anni fa per avere l'acqua da bere o con cui lavarsi, i modenesi scavano un buco per terra e a pochi metri (a volte tre, a volte sei) trovavano già i primi giacimenti d'acqua. La vita del modenese di città, ma ancor più del modenese di campagna era completamente diversa. Si parta dal fatto che i servizi igenici principali erano all'esterno della casa, costruiti per lo più di fianco al pozzo. Infatti, per ricavare l'acqua, elemento principali dell'igiene, si calavano dentro le cosiddetti "sporte" o la "secchia" e si tirava su l'acqua. 

Come si può immaginare molti dei servizi attuali non c'erano, basti pensare alla carta igenica sostiuita con fieno o foglie, o il bidet che si faceva utilizzando l'acqua raccolta nel pozzo. Per quanto riguarda il lavarsi completamente il corpo, non esistevano le docce, se non sostituite da qualcuno che ti gettava l'acqua in testa manualmente, anche se per lo più si utilizzava una grande mastella.

Considerate che non c'era il riscaldamento in casa, perciò se farsi il bagno d'estate non era un problema particolare, in inverno era necessario portare la mastella all'interno della stalla, accenderne un fuoco vicino e attendere che fosse abbastanza calda l'acqua per immergersi. Nel caso vi fossero numerosi fratelli o sorelle, situazione comune all'epoca, si immergevano uno alla volta, se piccoli anche due insieme. 

Le persone si facevano un bagno completo ogni 15 giorni e per lavarsi si utilizzava il sapone. Si trattava di un prodotto dal colore arancione scuro, fatto spesso in casa con base di cotenne di maiale, privo di ogni qualsivoglia profumo, ma serviva solo per lavarsi. Solo successivamente, e solo nelle case dei contadini più ricchi, giungeranno le saponette.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Folclore Modenese | L'igiene nelle case della campagna modenese

ModenaToday è in caricamento