“Fumettista si diventa” al via i corsi di avviamento al fumetto

Aperte le iscrizioni per i laboratori per aspiranti fumettisti . Si inizia lunedì 10 febbraio a Palazzo dei Musei

Sono aperte le iscrizioni ai Corsi di fumetto al Palazzo dei Musei di Modena, rivolti ad appassionati dai 9 ai 99 anni. Li conduce Stefano Ascari, docente a contratto alla facoltà di Design di Bologna e socio fondatore dell’agenzia di comunicazione Intersezione, e li propongono i Musei civici modenesi in relazione alla mostra “Anni molto animati. Carosello, Supergulp, Comix”, che inaugura il 7 marzo.

 I corsi partono lunedì 10 febbraio e proseguono in marzo e aprile. Per partecipare è obbligatoria la prenotazione / iscrizione che si può fare al telefono al numero. 059 2033121 da lunedì a venerdì 9-12) o via mail a laboratorio.didattico.museo@comune.modena.it

Lunedì 10 febbraio inizia il corso di avviamento “A, b, c... F! I fondamenti del fumetto”, in cui Stefano Ascari accompagnerà ragazzi dai 9 ai 14 anni in un percorso alla scoperta della storia del linguaggio del fumetto dagli albori a oggi, grazie all'analisi del lavoro degli autori di personaggi come Topolino, Sturmtruppen, Corto Maltese, l’Uomo Ragno.

Parallelamente ai momenti frontali e di lettura collettiva di alcune pagine, ai ragazzi verranno proposti semplici esercizi che permetteranno di completare, nel corso di cinque incontri, una tavola a fumetti basata su un personaggio di loro invenzione. Previsto un incontro con il fumettista Christian Canfailla e una speciale visita alla mostra “Anni molto animati” con il curatore Stefano Bulgarelli.

Sempre lunedì 10 febbraio parte il corso “Il mestiere del fumetto” in cui Stefano Ascari accompagnerà ragazzi e ragazze dai 15 ai 22 anni alla scoperta delle caratteristiche di questo particolare linguaggio: ogni aspetto (dalla sceneggiatura allo storyboard, dal disegno al lettering) verrà illustrato a partire da esempi. Durante il corso gli allievi svilupperanno un’idea progettuale (un character e un soggetto) sotto la supervisione del docente. Previsto un incontro con l’autore Marino Neri e la visita alla mostra Anni molto animati.

Tra marzo e aprile è, infine, in programma il corso “E li chiamano fumetti”. A partire dalla visita alla mostra con il curatore Stefano Bulgarelli, gli allievi, questo corso si rivolge agli adulti, verranno guidati in un percorso di scoperta della storia del fumetto. Ogni incontro verterà su bibliografie specifiche dedicate alle opere che identificano il fumetto come linguaggio narrativo maturo, capace di affrontare temi importanti e che permetterà agli allievi di sviluppare una competenza in materia e di acquisire la capacità di declinare in chiave formativa e didattica le conoscenze maturate. Verranno, inoltre, proposti alcuni esercizi di pratica del fumetto per focalizzare al meglio i meccanismi linguistici e narrativi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La mostra “Anni molto animati. Carosello, Supergulp, Comix” è dedicata alla storia del fumetto e dell'animazione modenese dagli anni Cinquanta ai Novanta. Attraverso i famosi personaggi del teatrino tv di Carosello e l'epopea del Fumetto in Tv con le trasmissioni Gulp! e Supergulp!, fino a Comix, il "giornale dei fumetti" firmato da attori, comici e artisti, offrirà lo spaccato inedito di una storia locale e nazionale in cui si riflettono trasformazioni sociali e dei consumi, e dell'immaginario di almeno due generazioni di giovani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Produzione ferma per troppe malattie, l'azienda prepara la denuncia poi ritratta

  • Contagio. A Modena altri 14 decessi, calano gli interventi delle ambulanze

  • Centri commerciali e negozi, in Emilia-Romagna sabato e domenica confermate le chiusure

  • Meteo | Impennata improvvisa delle polveri sottili, vediamo perché

  • Ricette da riscoprire ora che sei a casa: 5 dolci modenesi

  • Test agli operatori sanitari, si parte la settimana prossima con i prelievi

Torna su
ModenaToday è in caricamento