rotate-mobile
Cultura Maranello

Nasce l'Associazione Automotive Women Association a Maranello

L'evento ha anche offerto un'opportunità per networking tra i partecipanti, creando un dialogo costruttivo sul futuro dell'industria automobilistica e sul ruolo cruciale che le donne giocheranno in questo scenario

Il 2 marzo è stata una giornata memorabile per il settore automobilistico e per la promozione della diversità di genere nell'industria, grazie all'evento di lancio dell’associazione Automotive Women Association (AWA) che si è svolto presso Punta Tacco a Maranello. Le fondatrici Laura Tancredi e Monica Zanetti hanno accolto un'ampia partecipazione di ospiti illustri e hanno delineato la visione e le future iniziative dell'associazione.

Durante l'evento, le fondatrici hanno illustrato il significato e gli obiettivi di AWA, sottolineando il bisogno di creare una rete di condivisione e sostegno di donne interessate al settore automobilistico. L'associazione mira a ispirare, educare e sostenere le donne per superare il gender gap e per assumere ruoli di rilievo nell'industria di riferimento.

Con la presenza di personalità influenti, esperti del settore e appassionati di automotive, l'evento ha evidenziato la determinazione e l'impegno di AWA nel promuovere l'uguaglianza di genere e nel fornire opportunità formative e di networking per le donne.

Durante la presentazione presso Punta tacco a Maranello sono intervenute: Maria Leitner (Giornalista sportiva), Renata Musso Nosetto (Press officer F1 Superbike e Moto GP), Carolina Baur, Flavia Munari Pretolani, Elisabetta Cozzi (Titolare Museo Cozzi di Milano), Francesca Paoli (CEO Paoli Avvitatori), Carla Santandrea (Responsabile Hospitality Ferrari F1 e Senior Marketing Specialist in Lamborghini) e Manuela Gostner (Pilota Automobilistica). L'associazione si impegna a creare opportunità per l'aggregazione, la condivisione e la formazione. Un esempio tangibile di questo impegno è il corso per collaudatori professionisti, organizzato in collaborazione con Loris Bicocchi e Davide Cironi, pensato appositamente per un pubblico femminile, a sottolineare l'importanza dell'inclusione e della specializzazione delle donne in questo ambito.

Awa2

"L'entusiasmo e il supporto che abbiamo ricevuto oggi sono la prova che la nostra missione è condivisa da molti e che il cammino verso l'uguaglianza di genere nell'automotive è già iniziato," ha dichiarato Laura Tancredi.

Monica Zanetti, ha aggiunto: "AWA non è solo un'associazione, ma un movimento che crescerà per diventare un punto di riferimento per le donne che vogliono lasciare il loro segno nel settore automobilistico." La storica 'LadyF40' Zanetti ha poi proseguito dicendo “Ho iniziato a lavorare in Ferrari a 15 anni in un ambiente lavorativo di solo uomini. Alle ragazze che desiderano lavorare nel mondo dei motori consiglio di non mollare mai”.

L'evento ha anche offerto un'opportunità per networking tra i partecipanti, creando un dialogo costruttivo sul futuro dell'industria automobilistica e sul ruolo cruciale che le donne giocheranno in questo scenario.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce l'Associazione Automotive Women Association a Maranello

ModenaToday è in caricamento