Maggio, un mese di iniziative contro discriminazione e omofobia

In occasione del 17 maggio, Giornata internazionale contro l’omofobia, un calendario di eventi con photo contest, convegni, cinema, teatro e un flash mob

Un photo contest sul tema “Tutti diversi ma uguali”, un convegno su generi e media, proiezioni di film, spettacoli teatrali, presentazioni di libri e un flash mob contro l’omofobia. Sono le iniziative contro le discriminazioni e l’omofobia in programma a Modena nel mese di maggio sotto lo slogan “Siamo tutti uguali/diversi” per accompagnare e seguire la giornata internazionale contro l’omofobia, indetta dall’Unione europea, che si celebra martedì 17 maggio.

Il programma è promosso dal tavolo di lavoro Lgbt, coordinato dall’assessorato alle Pari opportunità del Comune di Modena e al quale partecipano le associazioni Arcigay Modena, Famiglie Arcobaleno, Moregay, Agedo, Rete genitori Rainbow e Cgil.

“La giornata internazionale contro l’omofobia – spiega Andrea Bosi, assessore alle Pari opportunità del Comune di Modena – rappresenta, oggi più di ieri, un’occasione importante per lanciare un messaggio forte a tutti: che le discriminazioni basate sull’orientamento sessuale purtroppo esistono anche in Italia e sono da combattere ogni giorno. Per questa ragione insieme alle associazioni abbiamo deciso di non limitarci a una sola giornata di riflessione ma di estendere le iniziative di sensibilizzazione a tutto il mese di maggio con l’obiettivo di diffondere il più possibile il messaggio che Modena non accetta alcun genere di discriminazione e che la promozione della promozione della cultura dell’uguaglianza è una priorità”.

Il calendario delle iniziative si è aperto con “Tutti diversi ma uguali”, il concorso fotografico sui social media rivolto ai giovani fino ai 26 anni nel quale i partecipanti potranno esprimere liberamente la propria creatività per dare forma e vita al tema “All different but equal”, cioè che tutti sono unici e tutti hanno diritto alla stessa dignità e a essere se stessi. Le foto devono essere inviate entro il 26 maggio per posta elettronica all’indirizzo presidenza@arcigaymodena.org. È possibile anche pubblicarle direttamente sull’evento con l’hashtag #tuttidiversimauguali e i contatti di riferimento. La premiazione è in programma per il 29 maggio.

Mercoledì 4 maggio, al dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Modena e Reggio Emilia, in via San Geminiano 3, alle 12 si terrà il convegno “Generi e media: tra costruzioni sociali e forme della comunicazione”, promosso da Elsa More, la delegazione modenese dell’European law students’ association. Domenica 8 maggio, al parco Ferrari, dalle 12 alle 18 si svolgerà la Festa delle famiglie, aperta a tutte le famiglie, tradizionali e non.

Da venerdì 13 a domenica 15 maggio è in programma la rassegna “ZE – Zone eterogenee – Festival spettacolare Lgbti” che si svolgerà al teatro Drama di via Buon Pastore 57 con due spettacoli ogni giorno, uno alle 18 e uno alle 21.30 e, tra l’uno e l’altro il “Cosmo aperitivo”, l’aperitivo Lgbti friendly, approntato da Arcigay per tutti i partecipanti. La rassegna si apre, venerdì 13, con la presentazione del libro “Almeno il cane è un tipo a posto”, storie di ragazzi che vivono sulla loro pelle bullismo, omofobia e diversità, scritto da Lorenza Ghinelli che interverrà alla presentazione. Alle 21.30 lo spettacolo “Suor Melodia”, a cura di Mikamale teatro. Sabato 14, alle 18, proiezione del video “Chris e Mil – un amore transessuale”, tratto dal programma Boat di Pif, e alle 21.30lo spettacolo teatrale “Per una donna” a cura di Atir, Teatro Ringhiera. Domenica 15, alle 18, la rappresentazione teatrale di “Mi chiamo Egon – Diario di un transessuale”, a cura di Laura Rossi ed Egon Botteghi. Per finire, alle 21.30, spettacolo semiserio su coming out, omosessualità e omofobia con Carlo Gabardini.

Lunedì 16 maggio, alle 10.30, alla Camera del Lavoro la firma del protocollo d’intesa tra associazioni Lgbt e Cgil Modena sulla promozione dei diritti nei luoghi di lavoro e tutela contro la discriminazione omofobica.

Martedì 17 maggio, per celebrare la giornata contro l’omofobia, in tutti i dipartimenti universitari e negli spazi del Comune saranno affissi triangoli rosa di carta, ognuno contenente una storia di omofobia avvenuta in Italia. Nell’aula magna dell’Università, alle 17, saranno ripresentati i risultati della ricerca su omofobia e sessismo a Modena, realizzata dal Comune di Modena nel 2015, e alle 21, al cinema Astra, sarà proiettato gratuitamente il film “Pride”.

Sabato 21 maggio,dalle 17 alle 22, test day e sensibilizzazione per la prevenzione dell’Hiv e, sempre alle 17, in piazza Mazzini, flash mob contro l’omofobia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine, domenica 29 maggio, alle 19, nell’ambito di Biblioteca vivente@Stuzzicagente, la premiazione del photo contest.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Venerdì sera, ritorna la movida. Multati sei locali del centro storico

  • Via Emilia, giovane accoltellato in pieno centro storico

  • Contagio. In provincia 11 casi, di cui 6 asintomatici del focolaio di Carpi

  • Perde il controllo della moto, 21enne muore sulla Nuova Estense

  • Coronavirus, un giorno da ricordare. Nessun nuovo caso e nessun decesso a Modena

  • Contagio, un nuovo caso a Modena. Deceduta una donna di Pavullo

Torna su
ModenaToday è in caricamento