Al FabLab di Fiorano Modenese sviluppato un gioco visivo terapeutico per i logopedisti

Ideato da una laureanda, Annalisa Iotti, studentessa dell’Istituto Superiore per le Industrie Artistiche di Urbino, e realizzato a Casa Corsini

Un ausilio per logopedisti, un gioco visivo terapeutico nato dall’intuizione di una laureanda e materialmente realizzato nel FabLab di Casa Corsini. E’ il risultato della collaborazione fra la struttura fioranese e una intraprendente studentessa che porterà proprio questa realizzazione in discussione alla tesi per il diploma accademico di primo livello in Progettazione grafica e comunicazione visiva. L’idea è venuta a Annalisa Iotti, studentessa dell’Istituto Superiore per le Industrie Artistiche di Urbino, istituzione pubblica di livello universitario per l’insegnamento del design della comunicazione e della progettazione grafica ed editoriale. Partendo dalle antiche e semplici macchine del precinema, la Iotti ha pensato ad un piccolo strumento in grado di far roteare ad una data velocità alcune immagini: un gioco, utile ai logopedisti per sottoporre ai bambini un'attività incentrata sulla memoria visiva.

In sostanza la rotazione di una carta con un’immagine per lato induce in chi la guarda, sopra ad una certa velocità di rotazione, un’illusione ottica: l’impressione di vedere una singola immagine che è la sommatoria delle due immagini sui due lati. Questa base viene sviluppata in un gioco su quella che viene definita memoria di lavoro, nella sua componente visiva, con lo scopo di allenare attraverso l'attività ludica, le abilità di tenere a mente e manipolare uno stimolo visivo. Nello sviluppo teorico dello strumento e nella definizione dell’esercizio la Iotti ha trovato la collaborazione di un logopedista dell’Ausl di Reggio Emilia, il dott. Alfredo Virgili.

“E’ uno strumento semplice - spiega la Iotti - ma i test che abbiamo condotto col prof. Virgili sui pazienti testimoniano la sua utilità in diversi casi: abbiamo lavorato sulla sommatoria delle immagini così come sulla scomposizione delle parole in sillabe per svolgere verifiche sulla memoria visiva. Avevo già ideato lo strumento ma la collaborazione con il FabLab di Casa Corsini è stata fondamentale per poterlo realizzare con tutte le caratteristiche utili al completo sviluppo dell’idea”.

Uno degli scopi dei FabLab è proprio quello di essere utile alla crescita delle competenze, all’innovazione e ai lavori di studio e prototipazione; in questo senso la struttura è aperta a nuove collaborazioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il gioco è utilizzabile al meglio per bambini dai 4 anni fino ai 9, con esercizi diversi a seconda delle differenti abilità degli utenti di varie fasce d’età. Il progetto è stato seguito, valutato e realizzato in collaborazione con Alfredo Virgili, terapista e logopedista presso l’Ausl di Reggio Emilia e dal Professore Lorenzo Bravi dell’ISIA di Urbino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion e autocisterna si scontrano e prendono fuoco, una vittima in Autosole

  • Accademia Militare, per la prima volta una donna è la più meritevole fra gli Allievi

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Test sierologici gratuiti in farmacia, è necessario prenotare

  • Contagi, 81 nel modenese. Due decessi e due ingressi in Terapia Intensiva

  • Scuole, contagi in altre 21 classi. Cinque finiscono in isolamento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento