menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Itinerari Modenesi | Storia e curiosità di Montecreto e dintorni

Un viaggio nel borgo medioevale protetto dal più grande bosco di castagni d'Italia. Alla scoperta di Montecreto e dintorni

Il Parco dei Castagni

Montecreto regala al nostro Appennino uno dei parchi più particolari, ovvero il parco dei castagni, chiamato così perché al suo interno si trovano castagni secolari, che vennero impiantati al tempo di Matilde di Canossa. L'idea di base era quella di creare un ambiente sereno e di pace, e oggi è infatti è uno dei più suggestivi delle nostre montagne, tanto da essere diventato meeta per la villeggiatura estiva. 

Santuario della Maodnna del Trogolino

Situata sul confine del parco dei castagni, è un santuario dedicato alla Beata Vergine della Vita. All'interno si trova un quadro che rappresenta la Madonna con il Bambino e deve il suo strano nome ad una leggenda. Secondo questa storia, il dipinto fu ritrovato sotto un abbeveratoio per animai, detto appunto "trongolo".

Rivivere il medioevo

L'aria che si poteva respirare al tempo di Matilde di Canossa è ancora presente oggi a Montecreto. Infatti, come in ogni antico borgo medioevale che si rispetti, sono presenti un castello e un'antica chiesa, in questo caso dedicata a San Giovanni. Il paese si è infatti sviluppato attorno al castello, che un tempo dominava la vallata del fiume Scoltenna. Purtroppo della rocca rimangono solo alcune parti delle mura e tre torri, una delle quali è diventata il campanile parrocchiale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ufficiale, l'Emilia-Romagna torna in zona arancione da lunedì

Attualità

Zona arancione, cosa cambia da lunedì 12 aprile a Modena

Attualità

Focolaio covid all'Ospedale di Sassuolo, positivi 15 pazienti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento