menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Modena LifeStyle | I 10 modi con cui un modenese riconosce un matovano

Senza chiedere la carta d'identità o ascoltare l'accetto sapreste riconoscere un mantovano? Se siete dei modenesi doc ecco come smascherarlo con 10 trucchi nostrani

Il rapporto tra Mantova e Modena ha visto queste due città storicamente rivali, già dai tempi in cui nel modenese si trovavano Estensi, Pico, Pico e Rangoni, mentre a Mantova c'erano i Gonzaga. Ecco 10 modi con cui un modenese riconosce un mantovano: 

#1 La mostarda nei tortelloni di zucca? 

Partiamo già da un fatto, a Modena usiamo molto più spesso il termine tortelloni per distinguerli dai tortellini, mentre a Mantova non sanno neppure cosa sia un buon tortellino e allora usano il termine tortello là dove noi preferiamo tortellone. Detto questo, il problema principale è che quelli mantovani sono tortelli con dentro la mostarda, che se  lo dite ad un rezdora modenese vi guarda con due occhi spalancati.

#2 La nebbia pure d'estate

E' naturale che per il modenese, che inizia a vedere la nebbia a Novembre e finisce a Febbraio, questo evento metereologico è un qualcosa che va e viene, a cui è ormai abituato, ma sa che tanto basterà usare i fendi-nebbia e la cosa si risolve lì. Per un mantovano la nebbia è un dictat. Almeno 9 mesi su 12 sono caratterizzati dalla nebbia.

#3 Siamo dei terroni

E' inevitabile, quelli che abitano a nord del Po pensano che noi a sud di questo fiume siamo dei terroni. Dobbiamo metterci il cuore in  pace perché è così. Eppure il mantovano è un terrone mancato o un polentone mancato, perché la sua provincia è l'unica delle tre regioni polentone, ad essere metà di qua e metà di là dal fiume. 

#4 Le tagliatelle

Se un modenese chiede un  piatto di tagliatelle gli serviranno un primo con spesso ragù o al massimo i funghi, se invece un mantoano chiede un piatto di tagliatelle gli arriverà un dolce, per la precisione una torta.

#5 Il Pilota

Un modenese per trovare un pilota si reca al circuito di Fiorano o al massimo all'aeroporto di Bologna, mentre ad un mantovano basta guardare nel risotto.

#6 Tortellini vs agnolini

Il mantovano tipicamente si inpone nel dibattito enogastronomico sostenendo che i suoi agnolini siano meglio dei nostri tortellini. Forse gli dovremmo ricordare che il prosciutto crudo che usa è tipicamente quello modenese.

#7 Il Cotechino

Che il cotechino sia una prelibatezza modenese, anzi mirandolese e poi castelnovese, è noto in tutto il mondo. Eppure, il mantovano doc crede che il suo cotechino sia migliore di quello modenese. 

#8 Il Nocino

Volete vedere un mantovano ed un modenese litigare veramente? Dovete introdurre l'argomento Nocino. Infatti entrambi i nocini sono famosi, ma il modenese gli ricorderà che solo a Modena abbiamo sia Consorzio che Ordine del Nocino. 

#9 I Sughi

E non finisce qui perché anche sui sughi all'uva, modenesi e mantovani combattono da secoli la battaglia della paternità, solo che da loro si chiama Sugol con la Crepalda, mentre da noi Sughi d'Uva. E se vogliamo dirla tutta i modenesi da quella base producono anche il savor. 

#10 Il Lambrusco

Se in tutte queste prove il vostro mantovano nasconde la propria identità, ecco allora che potete proporgli l'ultima sfida a base di Lambrusco. Infatti gli mostrerete un bicchiere con un vino rosato e uno con un vino scuro e gli chiederete: qual è il vero Lambrusco? E qui cari modenesi, lo vedrete indicare il primo bicchiere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Contagio, solo 97 casi nel modenese. Corrono le guarigioni

Attualità

Contagio. Oggi a Modena 150 casi, ma percentuale stabile

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento