Successo per la mostra #InMemoria di Veronica Tierri a Villa Sorra

Si è conclusa sabato 19 ottobre la mostra personale #InMemoria dell’artista Veronica Tierri, inaugurata lo scorso 31 agosto presso il Complesso Villa Sorra - Castelfranco Emilia. Centinaia di visitatori, in un percorso guidato, hanno potuto ammirare le sculture fotografiche presenti all’interno della maestosa Villa: “PhotoRecovery_MemorieRipristinate”, “Ab err action”, “#accOUnT” ed “Emozioni”. “Prese singolarmente queste fotografie forse non hanno alcun valore, ma raggruppate insieme, oltre a formare una collezione, un archivio, una documentazione fotografica, si trasformano in tante possibili narrazioni che, a prescindere dalla loro veridicità, ci offrono tanti risultati ragionevoli e diversi spunti per riflettere sui temi della società odierna - sostiene l’artista”. Un vera e propria indagine sociologia-antropologica che riassume scorci di vita quotidiana, temi forti e comportamenti/abitudini dell’uomo moderno. La mostra #InMemoria rientra nella programmazione artistica-culturale “Movimenti”, una kermesse di eventi prodotta dall’associazione culturale “Cosenza Autentica”.

Veronica Tierri nasce a Castrovillari (Cs) nel 1987. Dopo essersi laureata in Scenografia presso l’Accademia di belle arti di Firenze, decide di dedicarsi anche alle arti visive ed alla fotografia iscrivendosi al Biennio Specialistico dell’Accademia di Belle arti di Bologna dove si laurea nel 2014. Nel 2018 consegue un Master di I Livello in “Metodologie didattiche, psicologiche e antropologiche”.

In continua sperimentazione, la sua ricerca artistica è sempre ben studiata per essere originale, d’impatto ed anche meditativa; le immagini fotografiche diventano il suo principale mezzo di comunicazione in qualsiasi circostanza.

Colleziona e riutilizza fotografie scattate dagli altri, immagini trovate in archivi, mercatini dell’usato, nei cestini dei laboratori di fotografia. Preleva le immagini dall’enorme flusso della comunicazione contemporanea, dai siti internet e dai social network; le archivia, se ne appropria, le associa tra loro, a volte le manipola in cerca di nuovi eventuali significati.

L’azione di ricercare, recuperare, archiviare per poi riproporre, assume socialmente, oltre che artisticamente, un ruolo rilevante: con estrema curiosità studia e si ispira alle realtà che la circondano realizzando così progetti di valore antropologico e documentaristico. Immagini, video, storie, suoni e diverse forme del passato e del presente diventano il punto di partenza per nuove immagini, video, storie, suoni e forme.

Le sue opere sono state esposte in diverse mostre collettive.

Nel 2015 l’opera “PHOTORECOVERY_MEMORIERIPRISTINATE” viene esposta nella Galleria dell’Accademia di Belle arti di Bologna, in Villa Rusconi a Castano Primo (MI) in occasione del Premio Arte Rugabella e partecipa, ottenendo un grande successo al SI FEST - Immagini Festival di Savignano sul Rubicone.

Nel 2014 espone parte della sua serie fotografica “ABB ERR ACTION (open project) nella galleria milanese Pomezia Uno Gallery. Nello stesso anno espone due enormi ritratti della serie “FACE_TO_FACE” nella mostra collettiva Arte Fiera 2014 – Circuito Art City a Bologna.

Negli anni passati ha esposto alcune sue opere fotografiche presso il Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci – Spazio collezione di Prato (FI) ed anche presso il Museo degli Innocenti di Firenze.

Collabora alla realizzazione di cataloghi e riviste di arte e di fotografia. Nel 2013 ha collaborato per la realizzazione del Catalogo “Accademie patrimoni di belle arti”, MIUR- AFAM, Ed. Gangemi, Napoli. Sempre nello stesso anno ha collaborato con la rivista UrbanReflex nata dalla collaborazione tra l’Accademia di belle arti di Bologna e l’IBC (Istituto per i beni artistici e culturali dell’Emilia Romagna).

Nel 2012 e nel 2010 ha collaborato per la realizzazione del Catalogo “Start Point” dell’Accademia di belle arti di Firenze. Nel 2015 si aggiudica il Primo Premio Nazionale delle Arti Claudio Abbado, Primo premio arti visive sezione Fotografia. Nel 2014 vince il Primo Premio della Biennale delle arti di Molinella (BO).

Attualmente oltre a portare avanti la sua ricerca artistica, in giro per l’Italia, pratica la libera professione di fotografo e graphic designer collaborando con diversi enti pubblici e privati. È docente a contratto a Bologna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Indagine sui prezzi nei supermercati: Esselunga e Coop si dividono la spesa online

  • Secchia e Panaro in piena, i ponti restano chiusi. Si contano i danni per gli allagamenti

  • Si cappotta con l'auto lungo la Circondariale, muore un giovane a Fiorano

  • Niente comizio in centro per Salvini. E le "sardine" si spostano in Piazza Grande

  • Il Panaro raggiunge livelli ciritici, chiude via Emilia. La situazione della viabilità

  • Salvini arriva a Modena, Anche sotto la Ghirlandina scatta la mobilitazione delle "sardine"

Torna su
ModenaToday è in caricamento