rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Cultura

Fondazione Arti Visive, le mostre e gli eventi dell'estate a Modena

Un’estate di mostre, incontri, progetti. Tra arte contemporanea, sperimentazione, arte giovane, calcio e figurine e una collaborazione tra Scuola di alta formazione e Biblioteca Delfini che promuove una mostra laboratorio condotta da Mario Cresci

FMAV Fondazione Modena Arti Visive annuncia la programmazione estiva 2022 con una serie di mostre e appuntamenti all’insegna dell’arte contemporanea e della sperimentazione. Si parte l’8 giugno 2022, con l’inaugurazione dalle 18 alle 20 (fino al 18 settembre 2022), presso FMAV Palazzina dei Giardini, della mostra Candice Breitz: Never Ending Stories. Si tratta della più grande mostra dedicata finora da un’istituzione italiana all’artista sudafricana.

Nata nel 1972 a Johannesburg e oggi residente a Berlino, Candice Breitz è artista tra le più note a livello internazionale e ha esposto le sue videoinstallazioni in mostre personali e collettive nei musei di tutto il mondo, partecipando alle biennali più prestigiose. Nel 2017 ha rappresentato il Sudafrica alla 57. Biennale di Venezia.

A cura di Daniele De Luigi, l’esposizione presenta tre importanti installazioni di grandi dimensioni di Breitz, Love Story (2016), Digest (2020) e Labour (2017, ancora in corso), riflettendo sul ruolo cruciale che lo storytelling gioca nella costruzione della realtà vissuta e offrendo la possibilità di realtà future alternative.

La mostra offre ai visitatori una momentanea via di fuga dall’accelerazione temporale che viviamo quotidianamente, tipica dell’economia dell’attenzione, allungando e deformando il nostro rapporto con il tempo, e offrendo rifugio dal vortice di notizie che ci avvolge e dai continui scroll nei social media, divenuti il nostro strumento di comprensione e misura del mondo. 

Doppia inaugurazione il 18 giugno 2022. Si parte dalle 15 alle 19, con ingresso libero, al Museo della Figurina con Non ci prendono più. 40 anni dal Mundial ‘82, il nuovo allestimento della collezione che celebra quarant’anni da Spagna ‘82. A cura di Marco Ferrero e Francesca Fontana è dedicato al decennio tra gli anni ‘80 e ‘90. A quarant'anni dalla Coppa del Mondo giocata in Spagna, che ha visto l’11 luglio 1982 l’Italia vincitrice in una memorabile partita, non poteva quindi mancare un approfondimento su un evento rimasto impresso nella memoria collettiva anche grazie a figurine che sono diventate di culto. 

Quel Mondiale rappresenta una sorta di wunderkammer del calcio, una galleria di calciatori straordinari entrati nell'immaginario degli appassionati, ma non solo. Formidabili sul campo con il pallone tra i piedi, così come capaci di essere protagonisti di un'epoca. Personaggi che incrociano territori culturali e sociali divenendo, in alcuni casi, delle vere e proprie icone.  

La mostra ripercorre le tappe della nazionale italiana a partire dalle qualificazioni, passando attraverso l’esordio al Balaídos di Vigo. E poi le partite memorabili contro l’Argentina e il Brasile e gli splendidi gol che conducono l’Italia alla finale con la Germania Ovest al Santiago Bernabéu. Di quel giorno, tutti ricordano Sandro Pertini, con il suo Non ci prendono piú, esclamato all'81' minuto della finale di Madrid.

Sempre il 18 giugno 2022, dalle 18 alle 20, con ingresso libero, FMAV Scuola di alta formazione invita tutti all’Open House, il format espositivo che dura una unica serata e che invita a scoprire periodicamente i risultati delle ricerche e delle sperimentazioni condotte dagli allievi del corso annuale di Pratiche artistiche per l’immagine contemporanea, questa volta nell’ambito dei moduli Pratiche di sperimentazioni analogiche tenuto da Gianni Ferrero Merlino e Pratiche di editoria tenuto dai docenti Edoardo Bonaspetti e Nicolò Degiorgis.  

Infine, il 1° luglio 2022 dalle ore 18 alle 20, presso FMAV Palazzo Santa Margherita inaugura The Summer Show, la mostra di fine corso degli studenti di FMAV Scuola di alta formazione. Una mostra che, in realtà è composta da tre esposizioni, rappresentando fino al 21 agosto la creatività, le idee, le collaborazioni, il percorso condotto dai giovani artisti nel loro periodo di permanenza e di studio a Modena. Saranno in mostra fotografie, video, installazioni e progetti multimediali, creati appositamente per l’occasione.

La prima sezione si intitola In/Drafts/Out e si svolge nella Sala grande del Palazzo in Corso Canalgrande 103, con le opere realizzate dagli artisti iscritti al Master sull’Immagine Contemporanea nel corso del biennio 2019/2021 (Veronica Alessi, Federica Bassi, Roberta Gennaro, Greta Grasso, Paolo Munari Mandelli, Alessio Pecorari, Fabrizio Previti, Fiorenza Triassi, Beatrice Zerbato). Segue nelle Sale Superiori Dopo tutto, che raccoglie le ricerche degli artisti del corso annuale 2021/2022 di Pratiche artistiche per l’immagine contemporanea (Giordano Caruso, Marco Marani, Matilde Piazzi, Natsuko Saito, Matteo Schiavoni). Chiude, negli spazi e in collaborazione con la biblioteca Delfini, La Fabbrica blu che ospita le opere realizzate da un gruppo di studenti (Federica Bassi, Roberta Gennaro, Greta Grasso, Paolo Munari Mandelli, Alessio Pecorari) del Master sull’immagine nell’ambito del progetto site specific guidato dall’artista e docente Mario Cresci.

Come di consueto anche per questa stagione estiva FMAV propone un ricco programma di iniziative gratuite e per tutte le età: eventi, visite guidate speciali condotte da curatori e da artisti, laboratori per bambini e molto altro, che accompagneranno il pubblico e la programmazione delle mostre. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondazione Arti Visive, le mostre e gli eventi dell'estate a Modena

ModenaToday è in caricamento