Domenica, 13 Giugno 2021
Cultura

Il Museo Civico, la Ghirlandina e le Terramare riaprono al pubblico

Modena riapre i luoghi della cultura. Prenotazione obbligatoria per accedere nei fine settimana; accessi contingentati negli altri giorni. Visitabili anche la Gipsoteca e il Lapidario al piano terra del Palazzo

Con il rientro in fascia gialla Modena riapre i luoghi della cultura. Da lunedì 26 aprile si può già nuovamente studiare, su prenotazione, nelle biblioteche comunali a cui si accede per il prestito senza più bisogno di appuntamento.

Da sabato 1 maggio riapriranno anche il Museo Civico, il Museo delle Terramare di Montale e la Torre Ghirlandina.

Museo Civico

Il Museo Civico di Modena sarà aperto al pubblico in doppia modalità: sabato, domenica e festivi dalle 11 alle 18, con orario continuato e accesso solo su prenotazione; da martedì a venerdì dalle 16.30 alle 19.30, con ingresso contingentato, ma senza obbligo di prenotazione; chiuso il lunedì. L’ingresso è riservato a 10 visitatori ogni mezz’ora.

Al piano terra del Palazzo dei Musei, la Gipsoteca Graziosi apre nei fine settimana e negli stessi orari del Museo Civico, sempre su prenotazione e per un numero massimo di 10 visitatori all’interno.

Per accedere alle sale del Museo e alla Gipsoteca nei fine settimana occorre effettuare la prenotazione entro il giorno precedente chiamando l’Infopoint del palazzo dei Musei (tel. 059 2033125 dal lunedì al venerdì 8.30-19.30; sabato e festivi 8.30–18.30) o tramite email palazzo.musei@comune.modena.it

Inoltre, al piano terra del Palazzo dei Musei, il Lapidario Romano sarà visitabile sempre a partire da sabato prossimo e durante tutta la settimana negli orari di apertura del Palazzo: dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.30; sabato e festivi dalle 10 alle 19.

Saranno organizzate anche visite gratuite, su prenotazione, a Gipsoteca e Lapidario comunicate di volta in volta attraverso il sito Internet  e la pagina Facebook (museocivicomodena) del Museo.

Ghirlandina e Acetaia Comunale

Da sabato 1 maggio nel cuore del sito Unesco della piazza Grande di Modena riapre al pubblico la Torre Ghirlandina; dal pomeriggio di domenica 2 riprendono anche le visite guidate alla Sale storiche del Palazzo comunale.

Da martedì a domenica si potrà salire sulla Ghirlandina su prenotazione; l'ingresso sarà per massimo 12 persone alla volta e il ritrovo dei partecipanti davanti alla porta della Ghirlandina. La spiegazione da parte del personale di Ars/Archeosistemi, della durata di circa un quarto d'ora, è al piano Torresani, mentre la salita dei visitatori dei 200 gradini avviene in autonomia.

Per partecipare è obbligatoria la prenotazione via e-mail torreghirlandina@comune.modena.it, all'ufficio di informazione e accoglienza turistica Iat in piazza Grande (tel. 059 2032660) e ora anche attraverso il portale visitmodena.it che si può consultare per aggiornamenti su tutte le novità.

Le prenotazioni saranno possibili da mercoledì 28 aprile, come per le visite all’Acetaia Comunale che da sabato 1 maggio si svolgeranno nuovamente venerdì, sabato e domenica sempre ad ingressi contingentati (biglietto d'ingresso 2 euro).

Da domenica 2 tornano ad accogliere il pubblico con ingressi contingentati e prenotazione obbligatoria le sale storiche del Palazzo Comunale. La prenotazione si potrà effettuare online sul sito scegliendo il giorno e l'orario che si desidera oppure contattando l'Ufficio informazione e accoglienza turistica (Iat - tel. 059-2032660 - info@visitmodena.it). L'ingresso è gratuito dal lunedì al sabato; a pagamento (2 euro) la domenica dalle 15 alle 19 quando si svolgono  brevi visite guidate a cura di Archeosistemi, sempre a ingresso su prenotazione e contingentato.

Infine, dal 1 maggio riprenderanno nei weekend anche i Modena city tour organizzati dall'Ufficio Informazione e Accoglienza turistica: passeggiate di circa 1 ora e mezza alla scoperta del sito Unesco e del centro storico della città accompagnati da esperte guide turistiche (costo 10 euro a persona) alle 11 e alle 15 con prenotazione obbligatoria su visitmodena.it o contattando l’ufficio  Iat (tel. 0592032660).

Terramare, domeniche e festivi visite guidate

Da sabato 1 maggio il Parco della Terramara di Montale riapre al pubblico tutte le domeniche e festivi con un programma di iniziative. Le visite guidate, in partenza ogni ora per un massimo di 14 persone, sono condotte da uno staff di archeologi e si abbinano a presentazioni di archeologia sperimentale per far comprendere attraverso l’esperienza diretta metodi e procedure degli artigiani delle terramare.

Ai bambini sono dedicati laboratori appositamente concepiti da asporto, con kit consegnati al termine della visita in collegamento alle presentazioni degli esperti, e realizzabili a casa grazie all’aiuto di divertenti tutorial scaricabili dal canale Youtube del Museo Civico di Modena.

Il costo del biglietto 7 euro intero, ridotto 5 euro dai 6 ai 13 anni, gratuito fino a 5 anni e dai 65 anni (sconto del 50% ai possessori della fidelity card del Parco).

Nei giorni feriali, dal lunedì al venerdì, è possibile prenotare visite guidate per gruppi di minimo di sei persone. La visita, condotta dallo staff del Parco di Montale ha la durata di almeno un’ora e può essere svolta in mattinata tra le 10 e le 13 oppure al pomeriggio tra le 14.30 e le 17.30. Il costo del biglietto è di 3 euro per l’intero e 2 euro per ridotto dai 6 ai 13 anni, resta gratuito fino a 5 anni e dai 65 anni. Per info e prenotazioni occorre chiamare il numero telefonico 335 8136948 o scrivere per posta elettronica museo@parcomontale.it

Tutte le visite devono avvenire con mascherina e previa sanificazione all’ingresso.

Per rimanere aggiornati sulle iniziative del Parco archeologico, si può consultare il sito web e seguire la pagina social facebook parcomontale.

Tutte le visite devono avvenire nel rispetto del distanziamento di un metro interpersonale, con mascherina e previa sanificazione all’ingresso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Museo Civico, la Ghirlandina e le Terramare riaprono al pubblico

ModenaToday è in caricamento