rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cultura Castelfranco Emilia

"Il Sapore del Riscatto", dalla casa di reclusione di Castelfranco al Toronto International Woman Film Festival

Un traguardo importante per la Città di Castelfranco Emilia, cui plaudono Sindaco e regia: "pieni di orgoglio e fiducia"

Ora è ufficiale. Il “Sapore del riscatto”, il cortometraggio interamente dedicato all’inclusione e al pieno reinserimento di detenuti o ex detenuti della Casa di reclusione di Castelfranco Emilia come vera e propria strategia di sicurezza integrata, è entrato in concorso al Toronto International Woman Film Festival. La conferma è arrivata proprio nelle ultime ore e si tratta di un ulteriore ed importantissimo riconoscimento internazionale per questo progetto ispirato e fortemente voluto dall’Amministrazione comunale di Castelfranco Emilia. E non si tratta dell’unico traguardo tagliato da questo corto cinematografico: curato alla regia e sceneggiato da Ginevra Barboni, con protagonisti attori del calibro di Salvatore Striano, Valentina Pastore e Davide Scafa, con la produzione esecutiva di Chiara Trerè, “Il sapore del riscatto” è entrato anche al Chicago Indie Film Award ed è finalista all’Oniros Film Award di New York. 

“E’ veramente una grande soddisfazione vedere quanti importanti traguardi stia tagliando nel corso del tempo questo progetto a cui teniamo veramente tantissimo – afferma il Sindaco di Castelfranco Emilia Giovanni Gargano rivolgendo il suo personale plauso - a chi ha creduto in questa idea, dai miei colleghi di Giunta alla Direzione della Casa circondariale fino alle realtà associative del territorio: insieme a loro, il mio sentimento di estrema gratitudine, oltre ai rinnovati complimenti per la qualità straordinaria del lavoro artistico realizzato, va a tutto il team, nessuno escluso, di quel grande talento della regia qual è Ginevra Barboni. Così come non posso non ricordare, con gratitudine ed affetto, l’entusiasmo con cui Salvatore Striano, attore di rara bravura e uomo di sensibilità innata, accettò il mio invito a partecipare a questo progetto divenendone assoluto protagonista. In ultimo, ma non certo per importanza, desidero sottolineare la profondità, la  fortissima valenza sociale e culturale di questo progetto e dei riconoscimenti che sta ottenendo perché – ha concluso - più se ne parla, più riusciamo ad ampliare la riflessione sull’importanza strategica del reinserimento di ex detenuti in società come concreta politica di sicurezza integrata”. 

“Questi primi riscontri giunti dagli Stati Uniti e dal Canada ci riempiono di orgoglio e di fiducia, non solo perché confermano la validità artistica del nostro lavoro, ma anche perché confermano, soprattutto, che il tema trattato sensibilizza anche oltre i confini del nostro Paese e dell’EU – ha dichiarato la regista Ginevra Barboni sottolineando che - questo è per noi motivo di ulteriore soddisfazione, in quanto dimostra l’importanza sociale di questo lavoro, che è stato il motivo per il quale abbiamo accolto questa possibilità di collaborazione con il Comune della Città di Castelfranco Emilia e con la Regione Emilia-Romagna”.  


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il Sapore del Riscatto", dalla casa di reclusione di Castelfranco al Toronto International Woman Film Festival

ModenaToday è in caricamento