Famelab incorona a Modena i due scienziati vincitori

Dieci concorrenti provenienti da tutta Italia, tre giurati, duecento ragazzi delle scuole secondarie e una sfida: raccontare la ricerca scientifica in tre minuti e con parole semplici. Sfida raccolta a Modena per la selezione locale di FameLab, il talent-show internazionale della divulgazione scientifica (promosso in Italia dal British Council) che a giugno, al Cheltenham Science Festival, in Gran Bretagna, decreterà il vincitore su 28 paesi.

A Modena sul podio più alto – votati dai giurati Marcello Pinti (docente dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia), Elisa Palazzi (ricercatrice del CNR di Torino) e dal giornalista e scrittore Federico Taddia – è salito il ricercatore in ingegneria biomedica Filippo Piccinini dell’Università di Bologna e Giulia Melchiorre, studentessa di matematica all’Università di Pisa. Saranno loro, a maggio, a partecipare alla finale nazionale.

“Siamo molto orgogliosi di aver portato a Modena l’evento con scienziati provenienti da tante università italiane – spiega Daniela Longo, cofondatrice di Pleiadi Modena, che in collaborazione con l’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia ha tenuto le fila organizzative dell’evento. – È la prima volta che FameLab approda nella nostra città, per quest’anno unica sede dell’Emilia Romagna. Il contest di oggi è stata l’occasione per trasmettere alla comunità il valore che la città attribuisce alla ricerca scientifica e universitaria e per l’Ateneo cittadino di entrare in contatto con i ragazzi delle scuole superiori di tutta la provincia”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Capofila del progetto, Pleiadi Modena è una costola di Pleiadi, che dal 2016 lavora nel campo della comunicazione e della divulgazione scientifica con progetti, eventi e prodotti editoriali rivolti a bambini, ragazzi e adulti. La filiale modenese è nata nel 2015 per iniziativa di Daniela Longo ed Erica Nerini. Due scienziate che hanno mosso i primi passi nel campo della ricerca biomedica e della scrittura professionale, decidendo poi di imboccare la strada della comunicazione scientifica a 360 gradi e a tempo pieno: “Sentivamo entrambe l’esigenza di crescere dal punto di vista professionale e contemporaneamente di conciliare la vita lavorativa con quella privata e familiare. Trasformare la nostra passione per la divulgazione in impresa ci è sembrata la scelta giusta. Fare impresa culturale ci consente ogni giorno di imparare, scoprire e trasmettere conoscenza. Ma non è un percorso in discesa: per questo sin dall’inizio abbiamo deciso di assumere un’identità professionale solida appoggiandoci a una realtà strutturata come Pleiadi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come eliminare il grasso in eccesso? Gli specialisti di Modena usano... il freddo!

  • Coronavirus, 69 nuovi casi in regione. La metà tra Bologna e Reggio Emilia

  • Incidente in via Pancaldi, non ce l'ha fatta lo scooterista di 55 anni

  • Temporali. Ancora grandine e vento forte, crollati diversi alberi

  • Covid, 6 casi nel modenese. Un nuovo ingresso in terapia subintensiva

  • Covid, famiglie e imprese dovranno segnalare i rientri dall'estero. Poi quarantena in hotel

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento