"Il Maggese di Filatoio": un libro di ricette, fiabe e tradizioni

Dal riposo forzato (Maggese), imposto dalla corrente situazione sanitaria alla sede del Festival della Fiaba (Filatoio), nasce il libro che ripercorre un anno di attività in 12 selezionati appuntamenti, ognuno con la propria fiaba e la propria ricetta

Una messa a riposo forzata che, però, restituisce fertilità al terreno. É questo il “Maggese”. Ma è uno stop forzato anche quello che sta vivendo il Filatoio - sede ufficiale dell’Associazione culturale e di promozione sociale Festival della Fiaba in via De’ Bonomini a Modena - a seguito delle ultime restrizioni in corso per via dell’emergenza sanitaria, che impediscono l’attività di circoli e associazioni culturali. Ed è così allora che, da questo “riposo forzato”, nasce l’idea resiliente di un libro - “Il Maggese di Filatoio” - un annuario di ricette, fiabe e simboli, pensato per andare avanti, nonostante tutto.

Il volume, a cura di Nicoletta Giberti, Direttrice artistica del Festival della Fiaba e del circolo culturale attivo dal 2016, in collaborazione con la responsabile di sala Silvia Salvioli e con le due chef della cucina di Filatoio, Manuela Palestra - già collaboratrice e cuoca a “Cascina Rosa” nei progetti DIANA del dottor Franco Berrino - ed Elisa Gagliano, sarà disponibile da fine gennaio 2021, ma in questi giorni sono già aperte le prevendite.

“In questo tempo di fermo siamo comunque rimaste in movimento - commenta Nicoletta Giberti - e abbiamo pensato, di impegnarci in qualcosa che non avevamo il tempo di realizzare: un libro che potesse raccogliere l’atmosfera e il calore della nostra “casa”. Il “Maggese” propone un “assaggio” di un anno di Filatoio: 12 selezionati appuntamenti, uno per ogni mese. Dall’Epifania per il mese di gennaio a San Lorenzo in agosto, da San Martino in novembre alla Festa della mamma in maggio. Tante date importanti contestualizzate con ricette e proposte ad hoc dalla nostra cucina e introduzioni in merito alle Fiabe che evocano. Così Halloween ad esempio rimanda immediatamente al “Fabbro Ferraio”, mentre San Martino a “Pelle d’orso” e così via. Ogni festa, ogni fiaba e ogni menù sono poi accompagnati da tanti utili consigli su come arricchire le proprie tavole con simboli, fiori ed elementi ricchi di significato, per celebrare al meglio ogni singolo appuntamento”.

Un annuario quindi, ricco di date importanti e significative, a cui sono abbinati menù completi di ingredienti, ricette e vini consigliati, una fiaba da cui deriva la tradizione del giorno, un rito per rendere la tavola speciale e tanto altro ancora.

Per far sì che Filatoio prosegua il suo viaggio è infatti già possibile acquistare in prevendita “Il Maggese di Filatoio” (tutte le indicazioni a questo link).

Un viaggio che è iniziato nel novembre del 2016, quando è stato inaugurato questo luogo che da anni pulsa di cultura e bellezza e che ha contribuito, con la sua attività, a riqualificare la zona adiacente il Museo casa Enzo Ferrari. Un viaggio che parte da lontano, dal tempo delle fiabe e delle fiamme per illuminare le tavole e le cucine, dove in grandi pentole si faceva cuocere la cena per tutti quelli che avevano voglia di condividere un pezzetto della loro storia, in semplicità, senza paura, gli uni vicini agli altri. 

“Il Maggese di Filatoio” servirà dunque a tenere vivo e attivo questo luogo di cultura, in cui è possibile trascorrere un tempo di qualità nutrendo anima e corpo, recuperando la “filosofia del filatoio” e riscoprendo quello che un tempo veniva definito il “focolare”, con una cucina e una caffetteria che da anni indaga il gusto partendo da un concetto di slow food come momento conviviale, con un menù vegetariano/vegano, prodotti a km zero, biologici e biodinamici. 

Per maggiori informazioni: www.filatoio.com; www.festivaldellafiaba.com.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • #IoApro, si allarga anche a Modena la protesta dei commercianti per riaprire tutto il 15 gennaio

  • Tavoli pieni e cena regolare nei ristoranti aperti ieri sera contro il Dpcm

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • Coronavirus, percentuale di positivi in crescita. A Modena altro picco

  • Coronavirus, oggi dati in netto calo in Emilia-Romagna. A Modena 203 casi

  • Bozza Dpcm 15 gennaio in arrivo le nuove restizioni. Emilia-Romagna a rischio rosso

Torna su
ModenaToday è in caricamento