menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giorno della Memoria e del Ricordo, tutti gli appuntamenti a Maranello

Si parte il 27 gennaio: mostre, incontri pubblici e pranzo. E il 10 febbraio si parla delle foibe e dell’esodo dei profughi da Istria e Dalmazia

Maranello celebra il Giorno della Memoria e il Giorno del Ricordo. In occasione del 27 gennaio e del 10 febbraio, l’amministrazione comunale, in collaborazione con le associazioni del territorio, propone una serie di appuntamenti legati al tema della memoria delle vittime della Shoah e delle foibe. Si parte venerdì 27 gennaio: alla Biblioteca Mabic sarà allestita la mostra “M come Memoria” con le opere realizzate da bambini e ragazzi dell’Istituto Comprensivo Carlo Stradi, aperta fino al 10 febbraio. Sempre venerdì 27 alle 20.30 all’Auditorium Enzo Ferrari è in programma “Luce ad Auschwitz”, incontro pubblico dedicato a Marian Kolodziej, artista polacco ed ex deportato sopravvissuto allo sterminio: parleranno della sua opera pittorica, ispirata all’esperienza della prigionia, Angela Esposito, missionaria di Padre Kolbe, e l’attore Alessandro Pilloni, in una iniziativa promossa da Milizia dell’Immacolata Emilia Romagna.

Sabato 28 gennaio alle 16.45 alla Biblioteca Mabic si terrà un incontro su “Cinema e Shoah” con la conferenza di Ivan Andreoli, la proiezione di filmati e le letture di Egidio Rosi e Maurella Testi, promossa dall’associazione culturale Le Graffette in collaborazione con Fondazione Villa Emma: l’incontro permetterà di capire come il cinema ha mostrato e raccontato questo tragico aspetto della storia della seconda guerra mondiale. Domenica 29 alle ore 12.30 alla Sala Scaramelli in via Dino Ferrari il “Pranzo della Memoria” a cura della Sezione ANPI di Maranello: l'intero ricavato verrà utilizzato per i progetti “Camminando verso il 25 Aprile” nelle scuole del territorio, prenotazioni entro il 24 gennaio.

Infine, venerdì 10 febbraio, Giorno del Ricordo, alle ore 21 alla Biblioteca Mabic, è in programma l’incontro pubblico promosso dall’associazione culturale Le Graffette “Dal fascismo di frontiera alle foibe: il confine orientale italiano nel XX secolo”, una conferenza di Matteo Pagliani che si propone di ripercorrere le turbolente vicende storiche che interessarono il confine orientale italiano nella prima metà del XX secolo, quando il complicato quadro sociale e politico dei Balcani occidentali, la fine dei grandi imperi, l’emergere dei nazionalismi resero questa zona una delle aree più problematiche d’Europa. La conoscenza corretta di queste vicende è assolutamente necessaria per comprendere i tragici eventi commemorati nel Giorno del Ricordo: le stragi, le foibe, l’esodo dei profughi italiani dall’Istria e dalla Dalmazia verso una patria ben poco accogliente nei loro confronti.

Tutte le iniziative sono ad ingresso gratuito, info Servizio Cultura Comune di Maranello 0536/240.021.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Contagio, solo 97 casi nel modenese. Corrono le guarigioni

Attualità

Contagio. Oggi a Modena 150 casi, ma percentuale stabile

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento