rotate-mobile
Cultura

Modena Città del Belcanto, tanti eventi nella nuova stagione musicale

Appuntamenti, formazione e seminari per un modello di produzione e formazione lirica sempre più ricco e internazionale

Ricca di eventi la programmazione per l’anno 2022 di Modena Città del Belcanto che già dal 29 aprile propone una tre giorni sulla Loira dedicata a Luciano Pavarotti. Tra produzione, formazione lirica e didattica si snoda la stagione, figlia del protocollo che unisce Fondazione di Modena, Comune di Modena, Fondazione Teatro Comunale di Modena, Istituto Musicale Vecchi-Tonelli, con un nuovo calendario che si caratterizza per un respiro sempre più internazionale delle sue attività e proposte.

Seminari

Dal 29 aprile al primo maggio 2022 si terrà al Salon Curnonsky di Angers l’edizione francese di “Dire et Chanter les passions” dedicata a Luciano Pavarotti che ha avuto inizio ad ottobre 2021 a Modena. Nella tre giorni della città sulla Loira si terrà un seminario dedicato alla figura del grande tenore, alcuni concerti che vedranno protagonisti i giovani allievi di Modena Città del Belcanto e artisti francesi, serate di degustazioni di prodotti tipici modenesi e della città di Angers, una cena di gala realizzata dallo chef stellato modenese Luca Marchini e dall’omologo francese Pascal Favre d’Anne, una mostra fotografica su Modena e le sue eccellenze. L’iniziativa, nell’ambito degli appuntamenti internazionali di Modena Città del Belcanto vede la collaborazione tra Fondazione Teatro Comunale di Modena, Fondazione Luciano Pavarotti, Comune di Modena, Piacere Modena, Mairie d’Angers, Orchestre National Pays de la Loire, Universitè d’Angers.

Concerti

Si terrà il 31 maggio alle ore 21 al Teatro Comunale Pavarotti-Freni la quarta edizione di DolceAmaro, spettacolo operistico in forma semiscenica con la regia di Enrico Stinchelli e la direzione musicale di Giovanni Di Stefano alla guida dell’Orchestra Filarmonica Italiana. Lo spettacolo unisce le competenze di due corsi di alto perfezionamento tenuti dal Teatro Comunale di Modena e parte dello stesso progetto di formazione sostenuto dalla Regione Emilia-Romagna. Mentre in scena si vedranno gli allievi del corso di canto, lo spettacolo sarà trasmesso in diretta streaming su YouTube e ripreso dagli allievi del corso di comunicazione in video, nato dalla collaborazione del Teatro con Edunova/Università di Modena e Reggio Emilia. Come nelle scorse edizioni, il programma prevede l’esecuzione di celebri numeri vocali dal repertorio operistico uniti da un percorso narrativo curato da Enrico Stinchelli, autore della nota trasmissione La Barcaccia su Rai Radio 3 e regista fra i più noti a livello nazionale.

Il 21 giugno alle ore 18, presso l’Auditorio Ghiaurov, si terrà il recital voci e pianoforte nell’ambito della Festa della Musica.

Il 21 giugno due interpreti provenienti dai corsi di Teatro Comunale e Istituto Vecchi-Tonelli insieme al pianista Paolo Andreoli saranno ospiti dell’Istituto Italiano di Cultura di Madrid per un concerto e una presentazione del progetto Modena Città del Belcanto. L’iniziativa viene realizzata nel contesto della promozione all’estero di spettacoli prodotti in Emilia-Romagna e in partenariato con Ater Fondazione ed è sostenuta con il contributo del Ministero per gli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Nello stesso contesto si terrà il 21 settembre un concerto all’Istituto di Cultura di Copenaghen accompagnato questa volta dalla pianista Francesca Pivetta.

Il 16 settembre alle ore 21.00 presso il Teatro Comunale, nell’ambito del festivalfilosofiagiustizia, Conferenza concerto sul tema della giustizia – “Valore dei codici tra giustizia e linguaggio musicale” a cura di Istituto Vecchi-Tonelli.

Il 14 ottobre, tre cantanti allievi dei corsi di alta formazione di Modena Belcanto si esibiranno al Teatro dell’Opera del Grand Avignon per un evento speciale in occasione della Settimana Italiana ad Avignone, iniziativa che anima la città francese con teatro, musica, cinema e gastronomia promossa da Comune di Avignone, Consolato Generale d’Italia a Marsiglia e Istituto Italiano di Cultura e Camera di Commercio per la Francia di Marsiglia. Il programma del concerto sarà dedicato al belcanto nella scuola napoletana dal Settecento alla canzone d'autore.

Il 15 e 17 dicembre andrà in scena al Teatro dell’Opera di Sofia La bohème di Giacomo Puccini che vedrà protagonisti alcuni dei giovani allievi che hanno partecipato nell’anno in corso alle Masterclass di Raina Kabaivanska all’Istituto Vecchi-Tonelli di Modena e alla Nuova Università Bulgara di Sofia, presso la quale è attivo il Fondo Kabaivanska che eroga borse di studio agli studenti più meritevoli.

Il 22 novembre alle ore 10 andrà in scena al Teatro Comunale La Cenerentola Grand Hotel dei sogni una produzione Aslico-Théatre des Champs Elysées-Opera di Rouen. Lo spettacolo, rivolto a bambini e ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado, prevede un percorso di preparazione, nelle settimane precedenti, che coinvolgerà i docenti che acquisiranno gli strumenti per avvicinare i ragazzi ad una partecipazione attiva allo spettacolo con parti cantate dai cori del pubblico.

A dicembre si terrà il tradizionale Concerto di fine anno degli allievi della Masterclass diretta da Raina Kabaivanska. Come di consueto, gli allievi saranno accompagnati dall’Orchestra dell’Istituto Musicale Vecchi- Tonelli, in un’occasione che consente alla città di conoscere le eccellenze dell’Istituto Musicale modenese.

Alta formazione

Il primo novembre 2021 ha avuto inizio la Masterclass annuale in tecnica vocale e interpretazione del repertorio tenuta da Raina Kabaivanska presso l’Istituto Vecchi-Tonelli. Da ormai quasi 20 anni la Masterclass rappresenta, con continuità, un punto di riferimento formativo che ha laureato alcuni tra i principali interpreti del panorama internazionale. Il corso si conclude il 31 ottobre 2022 e con un evento finale a dicembre.

Prosegue, per la quinta edizione consecutiva, anche il Corso di alto perfezionamento per cantanti lirici della Fondazione Teatro Comunale di Modena, iniziato a dicembre 2021 e che terminerà con uno spettacolo operistico in forma semiscenica il 31 maggio 2022. Giovani interpreti di nazionalità cinese, giapponese, russa, kazaka, coreana, oltre che italiana, sono venuti a Modena per perfezionarsi con docenti di fama internazionale, quali Leone Magiera, Mariella Devia, Barbara Frittoli, Chris Merritt e Michele Pertusi. Obiettivo del corso è, come sempre, quello di affiancare alla formazione in aula l’esperienza in palcoscenico. In questo senso importante la trasferta a Novi Sad e a Linz nell’ambito di CrossOpera, progetto europeo che ha visto il Teatro Comunale capofila di una partnership formata insieme al Serbian National Theatre e al Landestheater Linz e il cui cast era formato, per la parte italiana, da Idil Karabulut e Eugenio Maria Degiacomi, allievi usciti dal corso di perfezionamento. In precedenza, a settembre 2021, allievi dei corsi di Teatro Comunale e Istituto Vecchi-Tonelli sono stati ospiti dell’Istituto Italiano di Cultura di Budapest per un concerto e una presentazione del progetto Modena città del Belcanto, avviando un proficuo rapporto con gli Istituti Italiani di cultura all’estero, che perdura nel 2022.

Didattica per le scuole

Si conferma e ulteriormente consolida il rapporto col tessuto scolastico modenese. Il progetto “-30 all’opera”, a cura di Carlida Steffan, Docente dell’Issm Vecchi-Tonelli, coinvolge, in occasione delle prove generali delle opere riservate alle scuole, gli studenti dell’Università di Modena e Reggio Emilia che partecipano ad un incontro di presentazione (30 minuti prima dell’inizio della rappresentazione) dell’opera alla quale assisteranno. Due nuovi progetti, in collaborazione con istituti superiori di secondo grado, incentreranno invece l’attenzione, in occasione di altrettante opere in cartellone, su scenografie e costumi e sui mestieri che rappresentano un grande patrimonio non solo culturale del mondo del teatro. Come detto, un percorso di preparazione per docenti di scuole primarie e secondarie di primo grado in previsione della partecipazione all’opera La Cenerentola Grand Hotel dei sogni per le parti cantate del pubblico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Modena Città del Belcanto, tanti eventi nella nuova stagione musicale

ModenaToday è in caricamento