Domenica, 19 Settembre 2021
Cultura

SuperCinema estivo, cinque settimane di proiezioni a Modena: il programma completo

Ripartono le proiezioni del SuperCinema estivo di Modena. Primo film "Volevo nascondermi" giovedì 1 luglio

Il meglio del cinema italiano e internazionale sotto le stelle al SuperCinema Estivo di Modena. Per tutta l’estate si potrà guardare in sicurezza il meglio della stagione cinematografica passata: anche quest’anno, nel rispetto delle linee guida per contenere la diffusione del Covid-19, si potranno acquistare i biglietti (unico 6 euro, abbonamento a dieci spettacoli 40 euro) online (webtic.it) o nella biglietteria del cinema (aperta a partire dalle ore 20.30) e sarà obbligatorio indossare la mascherina per accedere allo spazio ed evitare assembramenti durante ingresso, uscita e nelle code al bar. Per il mese di luglio il SuperCinema Estivo sarà aperto nelle serate di lunedì, giovedì, venerdì, sabato e domenica e le proiezioni inizieranno alle 21.30. Il punto bar è gestito da Juta Cinerama di Juta Cafè. A seguire il programma completo

I SETTIMANA

Giovedì 1 luglio si parte con “Volevo nascondermi” di Giorgio Diritti, che racconta la vita del pittore Antonio Ligabue, uno dei maestri e protagonisti dell’arte contemporanea internazionale. Il film, che ha vinto 7 David di Donatello, rientra nella rassegna “Accadde domani: un anno di cinema italiano” che presenta i film nazionali, in collaborazione con Fice Emilia-Romagna. Venerdì 2 luglio si prosegue con l’acclamato “Nomadland” di Chloé Zhao, premiato con 3 Oscar nel 2021. Il film, ambientato negli Stati Uniti, porta sullo schermo la vita di una donna che dopo aver perso tutto decide di vivere da nomade. Sabato 3 luglio arriva “The Father – Nulla è come sembra” di Florian Zeller, la storia di una figlia alle prese con un padre affetto da demenza senile, interpretato dal grande Anthony Hopkins. Il film, che ha vinto 2 premi Oscar, è l’adattamento di una pièce teatrale scritta dallo stesso Zeller, che debutta nel cinema con questa opera. Domenica 4 luglio torna la rassegna sul cinema italiano con “Maledetta primavera” di Elisa Amoruso, che descrive l’universo di una ragazzina che muove i primi passi nell’adolescenza. Dalle 21 Serena Fregni, giornalista e critica cinematografica, dialoga con la regista.

II SETTIMANA

Si prosegue con il cinema italiano lunedì 5 luglio con “Il cattivo poeta” di Gianluca Jodice, in cui Sergio Castellitto veste i panni di Gabriele D’Annunzio, mentre giovedì 8 luglio sarà la volta del premio oscar “Tenet” di Christopher Nolan, che racconta di una missione attraverso il mondo dello spionaggio internazionale. Venerdì 9 luglio arriva il film “Due” del regista italiano Filippo Meneghetti, la storia di due donne che si amano in segreto da decenni, fino a quando qualcosa non minaccia di portare allo scoperto la verità. Sabato 10 luglio verrà proiettato il pluripremiato “Minari” di Lee Isaac Chung che ci mostra il sogno americano di una famiglia coreana negli anni ‘80, mentre domenica 11 luglio si torna in Italia con “Comedians” di Gabriele Salvatores, una riflessione sul valore della comicità basata sull’ opera teatrale di Trevor Griffiths.

III SETTIMANA

Si continua con un altro film italiano: lunedì 12 luglio arriva “Le sorelle Macaluso” di Emma Dante, tratto dall’omonima opera teatrale acclamata in tutto il mondo, che racconta la storia di cinque sorelle cresciute nella periferia di Palermo che vivono una tragedia in un giorno d’estate. Le proiezioni proseguono giovedì 15 luglio con “Mandibules – due uomini e una mosca” di Quentin Dupieux, una commedia francese che parla di due amici che trovano una mosca gigante e decidono di addestrarla al furto. Venerdì 16 luglio viaggio in Tunisia con “Un divano a Tunisi” di Manele Labidi Labbé, la storia di Selma, una psicanalista che lascia Parigi per aprire uno studio nella periferia di Tunisi, dove dovrà affrontare le barriere culturali di una comunità scettica verso questa pratica. Sabato 17 luglio arriva “In the mood for love” di Wong Kar-wai, un film premiato al Festival di Cannes, ambientato nel ’62, è la storia incrociata di due coppie che abitano in due appartamenti contigui ad Hong Kong. Domenica 18 luglio torna “The Father – Nulla è come sembra”, il film di Florian Zeller.

IV SETTIMANA

Lunedì 19 luglio arriva “Corpus Christi” di Jan Komasache che racconta la storia di Daniel, un ragazzo che a causa della sua fedina penale non può diventare sacerdote come vorrebbe, ma che a causa di un equivoco riesce a cambiare il suo destino. Si prosegue giovedì 22 luglio con “I profumi di Madame Walberg” di Grégory Magne, le vicende di Guillaume, un autista che un giorno conosce Anne, esperta di profumi di lusso e dal loro incontro nasce una collaborazione lavorativa insolita. Venerdì 23 luglio per la rassegna sul cinema italiano sarà la volta di “Est – Dittatura Last Minute” di Antonio Pisu, un film tratto da una storia vera di tre amici 24enni che un mese prima del crollo del muro di Berlino partono per un’avventura emozionante e pericolosa verso l’Europa dell’Est. Alle 21, prima della proiezione, Gianluigi Lanza (giornalista) dialoga con il cast. Sabato 24 luglio arriva “La vita che verrà – Herself” di Phyllida Lloyd: la storia di Sandra, una giovane madre che sfugge al suo fidanzato violento e combatte contro un sistema abitativo corrotto, percorso che le permetterà di riscoprire se stessa. Domenica 25 luglio torna l’acclamato Nomadland di Chloé Zhao.

V SETTIMANA

“Estate ’85” di François Ozon, il racconto dell’estate di un ragazzo negli anni ’80 tra spensieratezza, amore e drammi verrà invece proiettato lunedì 26 luglio. Si riprende giovedì 29 luglio con “Hong Kong Express” di Wong Kar-wai, che racconta storie parallele di amori che nascono e finiscono nell’Hong Kong del ’94, mentre venerdì 30 luglio arriva “Il meglio deve ancora venire” di Alexandre de la Patellière, una commedia in cui due amici di vecchia data si impegnano per realizzare gli ultimi desideri l’uno dell’altro, ciascuno convinto che l’altro si trovi in una grave condizione medica a causa di un equivoco. La prima parte della stagione si conclude sabato 31 luglio con “Il concorso” di Philippa Lowthorpe, ambientato nel 1970 racconta la lotta di Sally, attivista per i diritti delle donne, coinvolta nel circo mediatico scatenato dal concorso di Miss Mondo che lei disapprova.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

SuperCinema estivo, cinque settimane di proiezioni a Modena: il programma completo

ModenaToday è in caricamento