Eccellenze femminili a Palazzo Ducale per il 30° Premio Internazionale Profilo Donna

Micaela Piccoli e Lara Gilmore, tra le donne eccellenti del territorio premiate al Trentennale del Premio Internazionale Profilo Donna nato per valorizzare il ruolo della donna e delle Pari Opportunità, quest'anno dedicato alla “Cultura, Leadership e Solidarietà”

Due modenesi d'adozione, tra le nove premiate eccellenti al Trentennale del Premio Internazionale Profilo Donna speciale “Cultura, Leadership e Solidarietà” che si è svolto l'altra sera nel cortile d'onore del Palazzo Ducale di Modena, sede dell'Accademia Militare. Sul palco, presentate da Marco Senise e Cristina Bicciocchi, giornalista e organizzatrice dell'evento, sono salite Micaela Piccoli, Direttore della Chirurgia Generale dell’Ospedale di Baggiovara e Lara Gilmore, Presidente Associazione Onlus Food for Soul,braccio destro del marito, lo chef Massimo Bottura. Con loro altre figure eccellenti di vari settori professionali a livello nazionale ed internazionale: Roberta Bruzzone Psicologa Forense e Criminologa, Veronica De Romanis Docente di Politica Economica Europea, Lella Golfo Presidente Fondazione Marisa Bellisario, Barbara Jatta Direttore Musei Vaticani, Paola Zanoni Presidente Academy Art of Image e l'On. Cristina Rossello, avvocatessa, manager e deputata della Repubblica, mentre il Premio speciale “Giovani Creative Crescono” è stato assegnato alla giovane violinista russa Elizaveta Malysheva.

A tutte le premiate è stato consegnato un gioiello d'autore d'argento, ottone e bronzo ispirato ai fiori, ideato dall'artista di fama internazionale Elisa Pellacani e intitolato il Giardino dei Talenti. La serata, che ha visto la partecipazione di circa trecento invitati, è stata allietata dalla musica della Banda cittadina Andrea Ferri e dell’Orchestra Sinfonica Città di Cervia, diretta dal Maestro Fulvio Penso mentre la regia televisiva è stata curata da Andrea Masoni. Nella serata si sono esibiti anche i ballerini della Società di Danza diretta da Fabio Mollica.

Dal 1989, il premio Profilo Donna, organizzato dall'associazione Donne del 2000 e dalla sua Presidente Cristina Bicciocchi, è diventato per la città di Modena un importante tributo che ha premiato l'eccellenza delle donne, nell'ambito delle Pari Opportunità, mostrando l'impegno e i risultati di tante professioniste nel raggiungere alte posizioni nei vertici dei loro settori di riferimento. Negli anni il Premio ha dato valore alle migliori esperienze realizzate da donne italiane e straniere per la promozione della leadership sviluppando un'idea di futuro da mettere a disposizione alle giovani generazioni evidenziando come ognuna di loro dà un apporto concreto nel proprio settore di competenza e contribuisce a una crescita più equa della società.

Mai come quest'anno, poi, la manifestazione ha brillato per una impronta internazionale. “Il Palazzo Ducale di Modena, prestigiosa sede dell'Accademia Militare, è stata la giusta cornice per il trentennale di Profilo Donna – spiega la Presidente Cristina Bicciocchi - . Per una sera l'evento dedicato alla "Cultura, Leadership e Solidarietà" ha trasformato il Cortile D'Onore in un vero e proprio "giardino di talenti". Non solo il premio ispirato al tema ma anche il magazine e l'allestimento dei tavoli. Ringrazio di cuore le Autorità del Comitato D'Onore in particolare S.E. Maria Patrizia Paba, il Presidente della Regione ER Stefano Bonaccini, il Gen. di Divisione Stefano Mannino Comandante dell'Accademia Militare e l'On. Cristina Rossello, Avvocato Presidente di Progetto Donne e Futuro e le Personalità che hanno preso parte al trentennale di Profilo Donna; un parterre formato da Senatori, Onorevoli, Consoli, Assessori, referenti dell'Ambasciata britannica, del Vaticano, dell'Unesco, da oltre sessanta Profilo Donna, nonchè imprenditori, professionisti e amiche che hanno sostenuto e condiviso negli anni i valori di Profilo Donna. Non solo un Premio Internazionale che valorizza il ruolo della donna nella società, ma un volano di comunicazione che racconta attraverso le sue testimonial dell'emancipazione femminile, delle eccellenze Made in Italy e si prefigge di far conoscere le bellezze culturali del territorio con un occhio di riguardo alla solidarietà”.

Tra le premiate due donne modenesi collegate a settori clou dell'economia modenese: l'enogastronomia e la sanità, realtà quest'ultima che, in particolare, spicca per le donne in posizioni apicali in chirurgia. “Non è semplice, per una donna, ricoprire un ruolo così importante come quello di direttore di un reparto ospedaliero, in un settore tradizionalmente maschile – ha detto la Dott.ssa Piccoli - Credo che il confronto, tra uomini e donne, anche in questo settore, sia fondamentale, sapersi ascoltare arricchisce entrambi. Sostengo anche le mie specializzande in chirurgia inculcando in loro il valore della formazione e dell'eccellenza in un settore, quello medico, che vede la presenza di sempre più donne a ricoprire alti livelli.

In ambito food, invece, è stata premiata Lara Gilmore, che ha collaborato per quasi 20 anni per la parte di comunicazione e marketing dell'Osteria Francescana, per l'impegno profuso per la gestione dell'associazione Soul for Food. “Food for Soul è un progetto culturale che ha l'obiettivo di abbattere lo spreco alimentare – ha detto la Gilmore”. Il progetto si è sviluppato durante l'Expo, con lo scopo di elaborare le eccedenze alimentari per offrirle agli ospiti nei centri di accoglienza. Con Massimo Bottura e in collaborazione con la Caritas Ambrosiana, è stato realizzato quindi il Refettorio Ambrosiano, facendo rinascere un teatro abbandonato a Milano. Ad oggi siamo riusciti a coinvolgere 340 chef e 800 volontari che in questo progetto che ha una finalità solidaristica ed etica in quanto si propone anche di ridare dignità a chi vive una vita di difficoltà e privazioni”.  

Il trentennale è stato realizzato grazie al sostegno Fondazione Cassa di Risparmio di Modena ed è stato affiancato da patrocini e collaborazioni importanti. Oltre la Regione Emilia Romagna, il Comune, la Provincia, Ufficio di Informazione di Milano del P.E., Forum Internazionale Donne del Mediterraneo, Corpo Consolare Emilia Romagna, Confindustria Emilia, Il CUP e il CPO del CUP, il Club Unesco e IWA di Modena e il Propeller Club di Livorno. Hanno promosso l'evento Profilo Donna Magazine, Banca Mediolanum Ufficio dei promotori finanziari di Modena, Concessionaria Tridente Maserati, Gruppo Cremonini, Ristorante Exe di Fiorano, la Fondazione Teatro Comunale Luciano Pavarotti e Vania Franceschelli. Inoltre si ringraziano per aver collaborato e arricchito la serata Anna Marchetti, Balnea Terme della Salvarola, Giacobazzi Vini, Salumi Negrini, Caffè Filicori, Insight srl, Mirtilla flowers shop di Sassuolo, Ordine del Nocino, Maria Vittoria Atelier e Personal Charme il nuovo brand di alta moda a cui è stata dedicata la copertina fashion di Profilo Donna Magazine.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • IQOS e sigarette elettroniche, presentato a Modena il primo studio sulla salute umana

  • Ritrovato il 16enne scomparso da Finale Emilia, sta bene

  • Mirandola, in manette il datore di lavoro del 39enne violentato: "Vittima totalmente succube"

  • Muore sulla panchina del parco delle Rimembranze, inutili i soccorsi

  • Trova online la sua bici subata e dà appuntamento al ricettatore in piazza, insieme ai Carabinieri

  • Investito da un'auto a San Damaso, gravissimo un adolescente

Torna su
ModenaToday è in caricamento