rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cultura

In uscita in libreria "Sono fame", ultimo romanzo della modenese Natalia Guerrieri

Comandata da un’app disumana che la controlla e le trasmette ordini senza tregua, Chiara, la protagonista, è costretta a barcamenarsi in una città putrescente e labirintica, che a ogni porta potrebbe celare il "killer di rondini" di cui tanto si parla. Disponibile in libreria dal 10 maggio

Nella capitale tentacolare, insaziabile catalizzatrice delle logiche della prevaricazione, le rondini schizzano da una zona all’altra per portare ogni genere di cibo ai clienti che aspettano affamati dietro porte socchiuse. Chiara è una di loro: le sue giornate sono scandite da una chat sempre attiva attraverso cui ogni suo gesto viene monitorato, le sue ali sono braccia smagrite che la portano in appartamenti asfittici, loculi semibui, esponendola a situazioni paradossali e a tratti surreali.

Uno spaccato della società attuale raccontato dalla modenese Natalia Guerrieri nel suo ultimo romanzo "Sono fame", edito da Pidgin Edizioni e disponibile in libreria dal 10 maggio. 

Diversi i temi - grottescamente descritti dall'autrice - di importante ed attuale rilievo affrontati all'interno della narrazione. In primis, la generazione degli "iperformati", giovani sfruttati, sottopagati e sottoposti a continue vessazioni nonostante il curriculum vite ricco di competenze ed esperienze formative di cui dispongono. Ma anche emancipazione femminile, drammi famigliari e lotta alla sopravvivenza in una società che brama i corpi - soprattutto femminili - e in cui imperano le logiche della prevaricazione.

In attesa di un impiego migliore, fra rapporti incompiuti, simbiosi malsane ed echi del suo passato, la protagonista del romanzo si piega a uno sfruttamento continuo della sua psiche e del suo corpo, finché alcune rondini non iniziano a scomparire, divorate dalla famelica città, dal "killer di rondini" di cui tanto si parla.

Attraverso una scrittura tagliente e immagini grottesche, "Sono fame" fa a pezzi la realtà che conosciamo per ripresentarla con un aspetto inconsueto e straniante.

L'autrice: Natalia Guerrieri

Natalia Guerrieri, classe 91, laureata in Italianistica e diplomata presso l’Accademia Nazionale D’Arte Drammatica Silvio D’Amico, è autrice di prosa, cinema e teatro. Alcune sue opere si trovano nella Biblioteca Virtuale di Teatro i. Diversi suoi racconti sono stati pubblicati su riviste e in raccolte antologiche, tra cui Hortus Mirabilis. Il suo romanzo d’esordio, "Non muoiono le api", uscito nel 2021 per Moscabianca Edizioni, è stato inserito all’ottavo posto nella Classifica di Qualità di Indiscreto nel mese di ottobre 2021 e ha vinto il Premio Zeno Romanzi Editi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In uscita in libreria "Sono fame", ultimo romanzo della modenese Natalia Guerrieri

ModenaToday è in caricamento