Cultura

"Guardati intorno", la nuova stagione del Teatro Storchi e del Teatro delle Passioni 

A Modena 53 titoli, 195 repliche, 17 produzioni (delle 24 totali che ERT propone nella stagione 2018/19). Novità per la biglietteria e per gli abbonamenti

Il teatro come luogo di confronto, esplorazione e dialogo è ciò che caratterizza la stagione 2018/2019 del Teatro Storchi e del Teatro delle Passioni, spazi che si fanno filtro e racconto del nostro vivere, offrendo una visione il più possibile ampia della scena contemporanea italiana e internazionale.

«C’è un valore profondo – sostiene il presidente Giuliano Barbolini – una linfa vitale, custodita nella dimensione territoriale di Emilia Romagna Teatro Fondazione radicata in sette teatri, in cinque città e nel suo profilo di Teatro Stabile Pubblico Regionale e Teatro Nazionale: teatri che esprimono una risorsa delle rispettive comunità e che insieme formano un capitale di eccellenza. In questo quadro, la funzione di ERT Fondazione a Modena è quella di essere in rapporto con la vivacità culturale della città e con le sue importanti realtà artistiche. Infatti, in sintonia con l’Amministrazione comunale, chiara è la nostra volontà di costruire significativi rapporti, realizzare progetti e attività necessari alla vita culturale e civile della collettività modenese. Mi auguro inoltre che si rafforzi la soddisfazione e l’affezione del pubblico e che cresca il riconoscimento della risorsa ERT come soggetto protagonista, non solo sul piano culturale e dello spettacolo, ma anche nel contesto delle politiche di coesione e nelle sfide, per le grandi opportunità, con cui la città che abitiamo è e sarà chiamata a misurarsi».

Il cartellone completo del Teatro Storchi

«Progettualità, ricerca, educazione, socialità, presenza civile, ruolo locale e internazionalità, scuola, coinvolgimento, produzione e coproduzioni, relazioni, emozioni. Chiediamo tanto – dice Gianpietro Cavazza, vicesindaco e assessore alla cultura del Comune di Modena – e offre tanto il teatro a Modena, che trova in ERT una sorta di albero della vita, dal quale gemmano e intorno al quale fioriscono esperienze che hanno dato e danno frutti di cultura viva. Il Comune ne sostiene l’attività con convinzione, come dimostra anche la rigenerazione all’ex Amcm. Parte la nuova stagione al Teatro Storchi e alle Passioni, mentre ERT cresce nella considerazione di un lavoro il cui livello di qualità è ai vertici dei teatri nazionali. Il nostro augurio va agli operatori, ma anche al pubblico, perché approfitti consapevolmente di questo patrimonio».

Il cartellone completo del Teatro delle Passioni

Guardati intorno” è l’invito con cui si inaugura la stagione: «Un cartellone – afferma il direttore Claudio Longhi – teso a ricomporre la complessa geografia di emozioni e relazioni su cui si tesse l’impalpabile trama del nostro vivere; a tratteggiare il ‘panorama interessante’ che ci circonda, guardando a Oriente e Occidente nel nostro strano rispecchiarsi, ai luoghi di margine e confine dove le identità inquiete cercano il proprio posto, alle più diverse forme del desiderio e ai conflitti che si portano dietro (nello scontro tra generazioni, tra maschile e femminile, ecc…); a raccontare, insomma, il giro ‘glocale’ del nostro orizzonte: quel groviglio ingarbugliato di contrade lontane (mai così vicine) e di un palpitante qui ed ora in cui viviamo immersi».

A Modena 53 titoli, 195 repliche, 17 produzioni (delle 24 totali che ERT propone nella stagione 2018/19) danno vita a una programmazione che pone il Teatro come ente motore di domande e linguaggi, animato da un dialogo con gli artisti e da una vicinanza con gli spettatori e con il proprio territorio. Segnano la nuova stagione nomi di spicco della scena italiana, che abitualmente si muovono fra palco, cinema e piccolo schermo: da Michele Placido a Franco Branciaroli, da Umberto Orsini a Emma Dante, da Arturo Brachetti ad Alessandro Bergonzoni. Un cartellone che pone ERT come ente propulsore di domande e linguaggi, animato da un dialogo con gli artisti e da una vicinanza con gli spettatori e col proprio territorio, aperto anche verso traiettorie internazionali. A Modena infatti sarà in scena il nuovo spettacolo del Leone d’Oro alla carriera Declan Donnellan e Donka della compagnia Finzi Pasca; il regista tedesco Falk Richter ci accompagnerà in un viaggio alla scoperta del concetto di identità europea mentre Marco Plini ci farà immergere nelle atmosfere dell’Oriente con la China National Peking Opera Company. Non mancano in stagione spettacoli di danza - che vedranno protagonisti Dada Masilo, CollettivO CineticO e Simona Bertozzi - o la leggerezza e la spensieratezza del teatro musicale degli Oblivion e di Ale e Franz. 

Alle giovani realtà della Regione si rivolge il progetto Radar, un dispositivo di progettazione, un percorso triennale (2018-2020) di formazione, affiancamento e sostegno rivolto ad artisti Under 28 del territorio emiliano-romagnolo, nell’ambito tematico del Progetto “via Emilia” di ERT. 

Importanti novità anche in biglietteria che cambia l’orario di apertura: la biglietteria del Teatro Storchi sarà aperta al pubblico il martedì, venerdì e sabato dalle 10 alle 13 e dalle 16.30 alle 19; il mercoledì e il giovedì dalle 10 alle 14. Nuove anche per il pubblico più giovane: si alza l’età a cui sono rivolte le promozioni più convenienti passando da 29 a 35 anni. A partire da quest’anno non saranno più in vendita gli abbonamenti Quattro Card: alla stessa cifra di 25€ gli studenti universitari, grazie al contributo di UniMoRe, potranno acquistare l’abbonamento Carta Teatro, assistendo così a più spettacoli allo stesso prezzo. Infine si aggiungono due nuove formule d’abbonamento: Danza, che permette di assistere a tutti e tre gli spettacoli di danza della stagione (Joie de vivre, 10 miniballetti e Giselle) al prezzo vantaggioso di 30€, e l’abbonamento Speciale, che darà la possibilità di assistere a quattro spettacoli (a scelta fra Nel nostro piccolo, The Gag Fathers il 1 gennaio, Trascendi e Sali, Donka, La Bibbia riveduta e scorretta, Giselle il 23 marzo) al prezzo promozionale di 100€.

Informazioni
Teatro Storchi, Largo Garibaldi 15 - Modena
Teatro delle Passioni, Viale Carlo Sigonio 382 - Modena
biglietteria 059 2136021 fax 059 211426
biglietteria@emiliaromagnateatro.com
modena.emiliaromagnateatro.com
Orari biglietteria: martedì, venerdì e sabato ore 10 - 13 e dalle 16.30 -19 – mercoledì e giovedì ore 10-14 
Biglietteria telefonica – tel. 059 2136021
Vendita online abbonamenti e card: modena.emiliaromagnateatro.com 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Guardati intorno", la nuova stagione del Teatro Storchi e del Teatro delle Passioni 

ModenaToday è in caricamento