rotate-mobile
Cultura Centro Storico / Piazza Grande

Turisti e modenesi affollano Piazza Grande per la Bonissima 2022

La 12° edizione del Festival dedicato alle eccellenze modenesi da record: vendite sold out, showcooking e laboratori presi d’assalto

Da 12 anni il Festival del gusto e dei prodotti tipici modenesi è ormai un appuntamento fisso e irrinunciabile per gli amanti dell’enogastronomia. Ma mai come quest’anno Piazza Grande ha visto un’affluenza così corposa anche da parte dei turisti, oltre che dai modenesi già affezionati alla manifestazione. In tantissimi alla ricerca delle specialità spesso difficili da trovare nella grande distribuzione.

Organizzata da SGP Eventi di Paolo Storchi con il Patrocinio del Comune di Modena e con il contributo de la Camera di Commercio di Modena Tradizioni e Sapori e BPER Banca, La Bonissima è sinonimo di alta qualità anche per quanto riguarda gli eventi collaterali che propone; i laboratori, gli showcooking e le visite guidate sono andate sold out in pochi giorni tanto da dover raddoppiare gli appuntamenti e aprire liste d’attesa per chi non si era accaparrato un posto. Tantissimi anche i turisti da fuori regione e stranieri arrivati a Modena proprio per la tre giorni nella Piazza Patrimonio dell’Unesco. Tutto ciò è stato reso possibile anche grazie alla collaborazione con Visit Modena e alla promozione social dei più di 20 food influencer con migliaia di followers

Gli stand dei produttori sono stati presi d’assalto con file interminabili per gustare le specialità con record di vendite in tutte le tipologie di prodotti presenti, per pranzo ma anche per le cene, grande novità di quest’anno.

Anche quest’anno la giuria di esperti gourmet formata da Pierluigi Roncaglia, Stefano Reggiani e Norberto Maganani, ha decretato il miglior prodotto alla presenza dell’Assessore all’agroalimentare della Regione Emilia Romagna Alessio Mammi e l’Assessora al commercio e turismo del Comune di Modena, Ludovica Ferrari

Il prosciutto di Modena del Salumificio Guerzoni è il Re del Mercato “per il giusto equilibrio in un prosciutto stagionato 20 mesi tra sapidità e sapore della carne suina”. Le menzioni speciali sono andate ai “tortelli con pesto della nonna” di Noce Moscata, al Parmigiano Reggiano 48 mesi della Cooperativa San Lucio e ai biscotti di Farina di castagne e mirtilli del Girone dei Golosi.

Davvero entusiasmante la sfida tra scuole di Cucina: “Centro di formazione professionale Nazareno di Carpi” e “Alma- scuola internazionale di cucina italiana di Parma”. Condotto dall’esperto gourmet Stefano Reggiani e lo chef stellatio Luca Marchini dell’Erba del Re, dove ragazzi di 17- 20 anni hanno dimostrato quanto l’arte culinaria sia centrale nella tradizione emiliana.

Anche i food blogger amatori coordinati da Lorella Giugni di “In Cucina con Lorella” e l’esperto Gourmet Norberto Magnani, hanno dato prova di grande passione cimentandosi sul palco con le ricette amate da Luciano Pavarotti, racchiuse nel libro “Alla Luciano”, di Luca Marchini e Nicoletta Mantovani.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turisti e modenesi affollano Piazza Grande per la Bonissima 2022

ModenaToday è in caricamento