Cultura

Pavullo, tanti turisti per la prima edizione della Lambruscolonga in Appennino

Circa 250 turisti e amanti della buona enogastronomia hanno affollato la prima Lambruscolonga di Pavullo che dopo Modena, Carpi e Vignola ha concluso il tour estivo tra la piscina, i pini, e i tanti locali di Pavullo rimasti aperti fino a mezzanotte con oltre 1200 calici di Lambrusco versati, oltre 900 stuzzichini gourmet preparati dai locali della città per questa prima edizione e anche 100 partecipanti alla caccia al tesoro tra i monumenti storici della città alla ricerca della Crescentina d'Oro mentre si degustavano ben più saporite crescentine ai gusti tradizionali dell'Appennino.

Una serata di festa che ribadisce la vocazione turistica di Pavullo sempre più aperta alle nuove proposte per tutte le età, con il taglio del nastro dal vice sindaco Daniele Iseppi assieme agli organizzatori Alessio Bardelli e Francesco Folloni e tutte le autorità della città che supportano le iniziative tra cui l'associazione "Tutti Per Pavullo", e i volontari in maglia gialla di "Sei di Pavullo Se" che hanno assistito i turisti lungo le strade con il loro presidente Filippo Jim Tonelli che si è prestato per una sera a diventare giocosamente Miss Pavullo come segno distintivo della voglia di condividere momenti di festa e divertimento.

L'iniziativa ha avuto la collaborazione di  Confesercenti Modena e la collaborazione di Ford-F.lli Carboni, e media partner Radio Stella, oltre alle importanti cantine vinicole che hanno proposto i loro vini più pregiati tra cui  Cavicchioli, Vitivinicola Fangareggi, Cantina Bassoli, Cantina Formigine Pedemontana, Cantina Settecani, Giacobazzi. L'appuntamento è quindi  al 2019, per un tour che aspira a diventare una delle feste più frizzanti e moderne dell'Appennino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pavullo, tanti turisti per la prima edizione della Lambruscolonga in Appennino

ModenaToday è in caricamento