Venerdì, 17 Settembre 2021
Cultura

Trasparenze Festival ospita il primo festival del Coordinamento Teatro Carcere Emilia Romagna

Dal 27 al 30 luglio. Debutto di "Odissea" e degli spettacoli delle compagnie che lavorano nelle Carceri della regione

Dal 27 al 30 luglio, Trasparenze di Teatro Carcere offre una panoramica su spettacoli e attività delle compagnie che operano negli Istituti della regione: Teatro del Pratello (Bologna), Teatro Nucleo (Ferrara), Associazione Con…Tatto (Forlì), Cooperativa Le Mani Parlanti (Parma), Lady Godiva Teatro (Ravenna), MaMiMo – Teatro Piccolo Orologio (Reggio Emilia) e Teatro dei Venti (Modena e Castelfranco Emilia), compagnia organizzatrice del Festival e membro fondatore del Coordinamento.

Il 27 luglio alle 16.00 debutterà “Odissea” progetto biennale del Teatro dei Venti che mette in relazione le Carceri di Modena e Castelfranco Emilia, con repliche il 28, 29 e 30 luglio. Ingresso riservato agli spettatori autorizzati. Odissea è il risultato finale del lavoro svolto all’interno delle strutture carcerarie e in sala prove tra riunioni e discussioni a distanza, prove da remoto e riprese video in teatro. Un viaggio diventato sfida che prende finalmente forma dopo oltre due anni di ricerca, prove e confronto. La sfida consiste nell’attraversare insieme agli spettatori tutti i luoghi che hanno reso possibile la creazione, luoghi distanti e che abitualmente non comunicano tra loro: l’edificio teatrale, la città e le carceri. Si attraverseranno infatti con un bus navetta le Carceri di Modena e Castelfranco Emilia.

Il 27 luglio alle ore 21.30, la Compagnia del Pratello, porta in scena “PADRE, GUARDAMI! secondo studio”, esito di un lungo laboratorio con un gruppo di ragazzi in carico ai Servizi della Giustizia Minorile. Rappresenta la penultima tappa del progetto “Padri e Figli” una polifonia di voci di figli che chiamano, confortano, urlano, rincorrono padri sperduti, padri che si nascondono, tanto sordi quanto fragili.

A seguire, il reading “Lettere dalla Tempesta”, a cura di “Con…tatto” in collaborazione con la compagnia “Malocchie & Profumi”, che porta in scena il progetto epistolare ispirato all’opera Shakespeariana, con la lettura degli scritti dei detenuti della Casa Circondariale di Forlì, a cura di Sabina Spazzoli e Michela Gorini a cura dell'Associazione Con...Tatto.

Il 28 luglio dalle ore 21.30, una serata dedicata al progetto “Album di Famiglia” del Teatro Nucleo, con la proiezione del film mediometraggio tratto dallo spettacolo di Horacio Czertok e Marco Luciano con gli attori detenuti della Casa Circondariale "C. Satta" di Ferrara; a seguire “Lo zio Claudio”, monologo spin-off dallo spettacolo “Album di Famiglia”, con Alcide Bravi.

Il 29 luglio alle 20.00 si terrà l'incontro di presentazione e scambio pratiche del progetto europeo Freeway, con la partecipazione dei rappresentanti dei partner di tutti i Paesi coinvolti.  Un progetto che mira praticare l’arte del teatro in carcere con i detenuti, e a migliorare l’efficacia, la fattibilità e la sostenibilità del lavoro teatrale nelle carceri, come strumento di riabilitazione sociale e personale per i detenuti. Alle 21.00 presentazione della rivista Quaderni di Teatro Carcere n.7, che indaga la figura del nuovo attore attraverso contributi di studiosi e testimonianze di registi attivi anche al di fuori dell’ambito carcerario. A cura di Cristina Valenti e Laura Mariani. A seguire va in scena “PADRI E FIGLI. Recital”, una tappa conclusiva comune di tanti e diversi percorsi nati da suggestioni letterarie le più diverse, da Perrault a Pasolini, da Shakespeare a Omero, fino a Dante. con i testi scritti dai detenuti degli Istituti di Ravenna, Reggio Emilia e Parma, a cura di Lady Godiva Teatro, MaMiMò teatro Piccolo Orologio, Coop Sociale Le mani parlanti.

Il 30 luglio alle 20.30 presentazione del progetto SOGNALIBERO, Premio letterario nazionale per le Carceri, promosso da Comune di Modena, Ministero della Giustizia, con il sostegno di BPER Banca.

Il Coordinamento Teatro Carcere Emilia Romagna lavora per costruire una rete tra le realtà teatrali che operano nelle carceri della regione, favorendone la visibilità e le interazioni con il territorio.

Costituitosi in associazione nel marzo 2011, nell’aprile dello stesso anno ha firmato un documento d’intesa sull’attività di Teatro in Carcere con la Regione Emilia-Romagna e il Provveditorato Regionale Amministrazione Penitenziaria, rinnovato periodicamente, un Protocollo d’Intesa che coinvolge tre Assessorati Regionali (Cultura, Welfare, Formazione) e il Centro Giustizia Minorile Emilia Romagna e Marche, per le attività teatrali con minori e giovani adulti in carico ai Servizi di Giustizia Minorile.

Prezzi dei biglietti e aggiornamenti sul sito: www.trasparenzefestival.it

Info e prenotazioni: 345 6018277 – biglietteria@trasparenzefestival.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasparenze Festival ospita il primo festival del Coordinamento Teatro Carcere Emilia Romagna

ModenaToday è in caricamento