Viaggio della Memoria. 400 studenti modenesi per non dimenticare la Shoah

Torna l'appuntamento annuale con la Giornata della Memoria e Storia in viaggio, che quest'anno vede 400 studenti, dal 24 al 28 febbraio, partecipare al Viaggio della Memoria

Si svolgerà dal 24 al 28 febbraio la seconda edizione del progetto Storia in viaggio. Da Fossoli a Mauthausen che vedrà la partecipazione di 400 fra studenti e docenti appartenenti a 40 scuole superiori di Modena e Provincia guidati dalla Fondazione Fossoli sui luoghi della Memoria fra Italia, Germania e Austria. "Il Viaggio della Memoria - spiega la direttrice della Fondazione Fossoli Marzia Luppi – sarà incentrato sulla volontà di allargare la conoscenza del complesso sistema concentrazionario che il nazismo aveva creato, offrendo un itinerario di visita a più luoghi di memoria che racconti storie e che mantenga un forte legame con quanto accaduto a Fossoli."

"Questo sarà solamente un punto di partenza per affrontare il tema dei memoriali - continua Marzia Luppi - ovvero dei diversi modi in cui viene data forma al ricordo, e quello della deportazione politica che coinvolse oltre 2500 internati transitati dal Campo di Fossoli. Come lo scorso anno fra le tappe del Viaggio ci saranno i Campi di Concentramento di Dachau e Mauthausen, i sottocampi di Gusen e Ebensee, il Castello di Hartheim luogo simbolo del programma nazista di eutanasia e la cerimonia conclusiva si terrà al Monumento Lepetit."

Già da ottobre i docenti accompagnatori hanno partecipato al programma di formazione predisposto dalla Fondazione che li ha visti coinvolti in 4 incontri, mentre l’avvio del percorso di formazione per gli studenti partirà dalla Giornata della Memoria con la rappresentazione teatrale Se non sarò me stesso - in programma al Teatro comunale di Carpi domenica 21 gennaio - e continuerà con due incontri dedicati, uno in classe a cura dell’insegnate accompagnatore e uno al Campo di Fossoli dove oltre alla visita del luogo di memoria carpigiano seguiranno la lezione del prof. Feltri.

"La nostra volontà – conclude la direttrice – è quello di offrire un percorso di formazione continua a studenti, insegnanti, ma anche appassionati e interessati alla storia del Novecento. Da questa volontà nasce l’intenso programma di attività che proponiamo in occasione della Giornata della Memoria. Fra le iniziative, di particolare rilevanza lo spettacolo teatrale Se non sarò me stesso portato in scena dalla Compagnia Teatro dell'Argine in collaborazione con l'Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano e la conferenza Ripensare la Liberazione con Dan Stone, Professore di Modern History all’Università di Londra e Direttore dell’Holocaust Research Institute at Royal Holloway in collaborazione con il Mémorial de la Shoah."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Coronavirus, 2.533 nuovi positivi in regione. A Modena un nuovo picco

  • Coronavirus, si conferma il calo in regione. Ma anche oggi 50 decessi

  • Rallentano contagio e ricoveri in provincia di Modena. 11 decessi

  • Covid. Contagi stabili in regione, ma record di decessi. Modena scende

  • Coronavirus, curva in flessione per la prima volta. Modena ancora al vertice

Torna su
ModenaToday è in caricamento