Sabato, 31 Luglio 2021
Cultura

Vivere Appennino | Viaggio tra i castelli e le rocche dell'Appennino modenese

Il nostro Appennino è ricco di storie e leggende legate ai suoi castelli e alle sue rocche, nelle quali è possibile rivivere la quotidianità del modenese del medioevo

Castello di Brandola

Presso Brandola, frazione di Polinago, un grande castello si ergeva sulla sommità della montagna. Edificato alla fine del 1200 dai Conti De Gomula, è stato nel tempo modificato diventando un borgo-castellano, includendo infatti case, la podesteria seicentesca e la chiesa parrocchiale. Accedendo oggi a questo luogo vicino a Polinago, e non troppo distante da Lama Mocogno, ci si imbatte prima di tutto nella storica porta, che tuttavia è stata abbassata rispetto alle sue dimensioni originarie, per poi visitare il castello, il borgo e la chiesa principale, con un campanile in stile rustico che arricchisce un paesaggio da cartolina.

Castello di Gombola

Non troppo distante dal castello di Brandola, si trova un'altra serie di edifici medioevali voluti dai Conti Da Gomula, nei pressi di Serramazzoni. Oggi è possibile ammirare questo borgo con la torre del castello, la chiesa, il campanile e ovviamente il Palazzo della Podesteria, edificato sulla cima rocciosa a strapiombo sul fiume Rossenna. Si tratta di un luogo perfetto per creare un castello medioevale, infatti da un lato il fiume e dall'altro il lungo percorso tra i sassi, rendeva difficile la scalata ai nemici per la conquista della rocca. Infine, consigliamo la visita alla chiesa di S. Michele Arcangelo "Potenza di Dio", posta al culmine di una leggera salita e leggermente distaccata dagli altri edifici.

Castello di Montecuccolo (Pavullo)

Sorge su uno sperone roccioso che domina la valle del fiume Scoltenna-Panaro, a soli tre chilometri da Pavullo. Un luogo dall'aria cavalleresca, circondato dal borgo fortificato e tra le sue pietre si narrano leggende e storie di guerrieri. I Montecuccoli abitano quella zona dal 1212 e fu lì che crearono quella che sarebbe diventata la porta verso la Toscana. Un meraviglioso portale gotico accompagna i turisti all'interno del borgo situato ai piedi del castlelo, composto dal Palazzo del Podestà e dalla chiesa di S. Lorenzo risalente al '400. Una deliziosa immagine di un'Italia medioevale che affascina ancora oggi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vivere Appennino | Viaggio tra i castelli e le rocche dell'Appennino modenese

ModenaToday è in caricamento