menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vivere Appennino | Escursioni modenesi in mountain bike, cavallo e quad

Se siete in cerca di esperienze immersi nella natura alternative al trekking, ecco dove potete trovarle

Un viaggio attraverso l'appennino alternativo al solito trekking, ma approfittando delle tante possibilità...

Appennino in quad

Se la parola quad vi fa venire voglia di sgommare e quando vedete un sentiero pensate ad una pista, l'Appennino modenese permette di realizzare questo sogno. Presso le Piane di Mocogno si può noleggiare un quad dall'azienda "Gommista Sala". Vi ricordiamo di informarvi nei siti ufficiali per sapere in quali percorsi potete andare e soprattutto quali sono quelli da evitare.

Appennino a cavallo

Sia che siate interessati alla romantica cavalcata tra i prati dell'Appennino, sia abbiate in mente le avventure a cavallo alla Robin Hood, in entrambi i casi l'Appennino modenese offre luoghi dove poter fare queste esperienze. Importanti maneggi si trovano a Sestola, presso l'Agriturismo Cavalli di Sparta e il Centro Ippico Sestolese. Se siete in zona Piandelagotti c'è il Centro Ippico Boscoreale, se invece vi trovate in località Riolunato, o nei dintorni, potete usufruire del locale Maneggio. Infine a Polinago trovare il Maneggio Taverna del Brutto.

Appennino in mountain bike

Se la vostra passione sono le due ruote a pedali non potete non vivere l'esperienza degli appennini modenesi in mountain bike.Vi consigliamo tre tratti da seguire: il primo è quello del monte Cimone, ovvero partite da Fanano e seguite il percorso che vi porterà al Lago della Ninfa, da lì nella valle del Fellicarolo e poi ai piedi del Monte Cimone. Il secondo itinerario è il passo del colombino, ovvero sempre da Fanano raggiungete la Linea Gotica, da dove potete ammirare il più bel panorama che il nostro Appennino può offrire. Infine, un tradizionale percorso è quello di via Vandelli, che inizia da Modena, ma è difficile raggiungere la meta partendo dal capoluogo di provincia, per questo consigliamo di iniziare a Serramazzoni, dove parte il sentiero che si avvicina alle cascate del Bucamante e poi al castello di Monfestino, quindi quello di Montecuccolo nei pressi di Pavullo e dal ' alle Selve di Brandolo e raggiungere uno dei luoghi più enigmatici di tutti, ovvero il Ponte del Diavolo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento