menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vivere Modenese | Le 10 curiosità che non sapevi sul giovane Enzo Ferrari

Un viaggio nella vita giovanile del grande Enzo Ferrari

#1 Corridore prima che imprenditore. Enzo Ferrari e’ uno dei rari casi in cui l’imprenditore è anche pilota, e questa caratteristica lo rende praticamente unico.

#2 Fondatore del Corriere dello Sport. Non fu solo pilota di automobili, ma fu anche un imprenditore eclettico tanto da essere uno dei fondatori nel 1924 del Corriere dello Sport rimanendo consigliere delegato per tre anni. Un pilota editore in pratica.

#3 La crisi economica l'opportunità di Ferrari. Come molti sapranno inizialmente Ferrari lavoro per l’Alfa Romeo, almeno fino al 1933 quando con la crisi la casa automobilistica dovette ritirarsi almeno fino al 1937 e dal 1940 ci si mise in mezzo la guerra. Probabilmente senza crisi economica e senza guerra non sarebbe nata la Scuderia Ferrari, o almeno non sarebbe successo negli anni ‘40.

#4 Una figlia femmina mancata. Questa e’ una curiosità non così bella vista oggi, infatti la famiglia di Enzo, desiderava una figlia femmina, in quanto il loro figlio preferito era il primogenito Alfredo Junior, detto Dino.

#5 La controversa data di nascita. Non siamo sicuri ad oggi del giorno in cui nacque Enzo Ferrari, in quanto lui sostenne di essere nato il 18 Febbraio 1898, ma il padre lo registro’ all’anagrafe solo il 20 Febbraio a causa di una grande nevicata in città.

#6 Non lo studente perfetto. Una grande distinzione tra Dino ed Enzo Ferrari era il rendimento scolastico, infatti il primo era eccellente e dava grande soddisfazione alla famiglia per questo, mentre Enzo non era uno studente brillante e preferiva di gran lunga lavorare nell’officina del padre.

#7 Sfioro la Grande Guerra. Nel 1917 Enzo Ferrari fu arruolato nell’Esercito Regio e assegnato al 3 Reggimento d’artiglieria Alpina, ma per fortuna o sfortuna (decidete voi) si ammalò di pleurite e fu congedato.

#8 Amore per il giornalismo. Enzo Ferrari fu sì editore, ma dai più giovane firmò un articolo sportivo per la Gazzetta di Modena circa la partita Modena-Inter del 1914.

#9 Trovo’ lavoro grazie ad un pilota. Nel 1919 trovò occupazione in una piccola azienda meccanica milanese, la CMN, e cio accadde perche’ un giorno incontro al Bar Vittorio Emanuele di via Orefici il famosissimo pilota Ugo Sivocci, con cui avrebbe collaborato in futuro, fino a che quest’ultimo non morì in una corsa nel 1923.

#10 Alla prima competizione sportiva, Ferrari fece un flop. Incredibile oggi immaginare la Ferrari arrivare tra le ultime automobili, eppure nel 1919 quando Enzo partecipò alla prima grande competizione, la X Targa Florio, porto’ a casa un risultato pessimo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giro d'Italia. A Modena circolazione sospesa lungo il percorso

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento