Cultura Corso Canalgrande, 85

Concerti, al Comunale la sesta edizione di wikiclassica.mo

wikiclassica.mo presenta, per la sua sesta edizione, un programma dedicato come di consueto alla conoscenza, alla divulgazione e all’ascolto della musica classica vissute dal pubblico attraverso il racconto e la partecipazione attiva di musicisti ed esperti. I programmi sono pensati come vivace stimolo all’ascolto attraverso l’esempio di programmi rivolti a ogni tipo di pubblico. 

La rassegna di quest’anno, realizzata in collaborazione con la Gioventù Musicale di Modena, presenta una serie di prestigiosi incontri a carattere divulgativo che danno al pubblico l’opportunità di conoscere in modo stimolante e innovativo aspetti particolari del repertorio classico. È il caso di Improvisation sur Debussy (2 dicembre), narrazione dello scrittore e saggista Luca Scarlini a partire dagli affascinanti Preludi di Claude Debussy, autore francese che agli inizi del Novecento concepì una rivoluzionaria concezione del tempo musicale. I brani, originariamente scritti per pianoforte, saranno eseguiti dal FontanaMIXensemble. L’appuntamento del 9 dicembre vedrà protagonisti due musicisti di fama nazionale, Francesco D’Orazio e Giampaolo Nuti, alle prese con la musica di Stravinsky e Ravel dei quali spiegheranno le sorprendenti innovazioni in tema di forma musicale agli inizi del Novecento. Il 13 gennaio si ascolterà uno dei brani più amati e più celebri del repertorio per violino e pianoforte, la Sonata A Kreutzer di Ludwig van Beethoven, nell’esecuzione di due esperti di questo tipo di repertorio, Laura Marzadori e Olaf John Laneri, insieme alle riflessioni di Luca Ciammarughi, conduttore radiofonico e divulgatore di fama nazionale. L’appuntamento del 24 febbraio vedrà l’attrice Gaia De Laurentiis protagonista di un racconto con musica su testo di Maria Grazia Calandrone con esecuzioni dell’Ensemble EsTrio, dedicato alla appassionante e sofferta avventura sentimentale e musicale di Clara e Robert Schumann. Tutti gli appuntamenti si svolgono di domenica alle ore 17. 

Domenica 2 dicembre ore 17
In collaborazione con GMI 
IMPROVISATION SUR DEBUSSY
Dodici libere narrazioni sul Primo Libro dei Preludi di Claude Debussy
(omaggio a 100 anni dalla morte)
Luca Scarlini, testi e voce narrante
Stefano Malferrari, pianoforte
FontanaMIXensemble
Francesco La Licata, direttore

Riletture dal Premiere Livre dei Pre?ludes di Debussy di P. Aralla, N. Evangelisti, F. La Licata

Il FontanaMIXensemble propone qui una rilettura del Première Livre dei Préludes di Claude Debussy attraverso le elaborazioni appositamente scritte da alcuni compositori che ruotano attorno al gruppo bolognese. Le elaborazioni interagiscono con l’originale pianistico e con trame testuali affidate allo scrittore e saggista Luca Scarlini che, proprio a partire dai titoli del Primo Libro dei Preludi pianistici, racconterà la rivoluzionaria concezione del tempo sospeso e immobile in Debussy.

Domenica 9 dicembre ore 17
STRAVINSKY, RAVEL: 
RISCRIVERE LE FORME

Duo D'ORAZIO / NUTI
Francesco D’Orazio violino
Giampaolo Nuti pianoforte

IGOR STRAVINSKY
Suite Italienne per violino e pianoforte

MAURICE RAVEL
Sonata in sol maggiore per violino e pianoforte

Il programma del 9 dicembre vede affiancate due opere così diverse, ma allo stesso tempo complementari nel restituirci un’immagine felice del fervore creativo nei primi anni Venti del secolo scorso. La Suite Italienne, nella versione per violino e pianoforte che Stravinsky approntò in collaborazione col violinista Samuel Dushkin, mantiene tutta la brillantezza e i colori della riscrittura che il compositore operò su brani di Pergolesi per creare il balletto Pulcinella, capostipite di una lunga e fortunata serie di opere dal linguaggio neoclassico. La Sonata di Ravel, senza dubbio uno dei vertici del repertorio per i due strumenti, rivisita invece la più classica delle forme strumentali attraverso una serie di scelte compositive originali, talvolta audaci ma sempre incredibilmente riuscite ed efficaci, regalandoci un lavoro perfetto sotto tutti i punti di vista. Di quali siano, e come si dispieghino, i fattori che donano a entrambi i brani la loro forte unicità, ci parleranno i musicisti con esempi dal vivo, prima di una esecuzione completa delle opere.

Domenica 13 gennaio ore 17
In collaborazione con GMI 
LUDWIG VAN BEETHOVEN
Le Sonate per violino e pianoforte

Laura Marzadori violino
Olaf John Laneri pianoforte
Introduce Luca Ciammarughi

LUDWIG VAN BEETHOVEN 
Sonata per violino e pianoforte in re maggiore n. 1, op. 12 

LUDWIG VAN BEETHOVEN
Sonata per violino e pianoforte in la maggiore n.9, op.47 A Kreutzer 

La prima Sonata dell’op. 12, con la quale Beethoven ripensa l’esperienza mozartiana della sonata concertante, rinunciando almeno in parte a portare avanti lo sviluppo del proprio linguaggio, ben si abbina a quella che sarebbe diventata poi un pilastro della musica da camera del periodo Classico: la Sonata a Kreutzer. “Sonata per il Pianoforte ed un Violino obligato, scritta in uno stile molto concertante, quasi come d’un concerto”, recita il frontespizio originale, rivelando l’intento dell’autore di introdurre elementi di conflitto dinamico all’interno di uno dei generi più intrinsecamente da salotto. Un programma di grande responsabilità per due solisti di prestigio. 

Domenica 24 febbraio ore 17
GAIA DE LAURENTIIS & ESTRIO
in
Pochi avvenimenti, felicità assoluta
scene da un matrimonio

Musiche di 
ROBERT SCHUMANN  
CLARA SCHUMANN  

Maria Grazia Calandrone drammaturgia originale
Gaia De Laurentiis Voce recitante

ENSEMBLE ESTRIO
Laura Gorna violino
Cecilia Radic violoncello
Laura Manzini pianoforte

Il concerto-spettacolo che presentiamo al pubblico nasce nel nome di Clara e Robert Schumann e intreccia una scrittura originale di poesia per il teatro con una drammaturgia musicale pensata e articolata in funzione e a compimento di questa scrittura. Nelle parole di Clara, al capezzale del marito poco prima della morte, fiorisce l’avventura umana e spirituale di un incontro predestinato, in cui solo la voce della musica mantiene viva e lancinante la presenza - assenza di Robert, ormai ridotto al silenzio. Le dinamiche compositive tra testo e musica, il dialogo serrato e costante tra di essi, e l’articolazione scenica del lavoro sono stati “orchestrati” dalle quattro soliste oggi in scena, in una serie di incontri di prove molto vivaci e “spericolati” (ciascuna di noi aveva il desiderio e l’urgenza di sperimentare!), con il prezioso contributo di Antonella Agati, che ha fortemente voluto il nostro incontro, ha seguito la nascita del lavoro e ne ha curato con passione la realizzazione visiva. A Maria Grazia Calandrone, magnifica autrice del testo, va infine tutta la nostra riconoscenza per aver risposto con entusiasmo alla nostra “commissione” con un’opera di profonda musicalità. 
Ensemble EsTrio

INFORMAZIONI
I biglietti sono in vendita da martedì 13 novembre

Biglietto “sospeso”
Nasce dalla consuetudine partenopea del “caffè sospeso” l’invito rivolto ai giovani dalla Fondazione Teatro Comunale di Modena a frequentare e scoprire gli appuntamenti della stagione concertistica e di wikiclassica.mo. Il biglietto, acquistato da chiunque voglia incoraggiare questa iniziativa, resterà così “in sospeso” presso la biglietteria del Teatro, a disposizione di un giovane che voglia usufruirne. L’iniziativa è a beneficio dei giovani fino a 27 anni, che potranno ritirare il biglietto il giorno stesso del concerto.

PREZZI DEI BIGLIETTI  
Stravinsky, Ravel: riscrivere le Forme (9 dicembre)
Gaia De Laurentiis & Estrio (24 febbraio)
Posto unico
Intero € 10,00
Ridotto fino a 27 anni € 5,00
Ridotto da 65 anni in poi € 7,00

Improvisation sur Debussy (2 dicembre)
Sonate per violino e pianoforte (13 gennaio)
Posto unico
Intero € 10,00
Ridotto fino a 27 anni € 5,00
Ridotto da 65 anni in poi e Soci GMI 2018 o 2019 € 7,00
Abbonati alla stagione 2018-2019 della GMI € 1,00
(Per informazioni: info@gmimodena.it – tel. 3313345868)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concerti, al Comunale la sesta edizione di wikiclassica.mo

ModenaToday è in caricamento