Riparte il viaggio nel mondo degli insetti con la 50ª edizione di Entomodena

Alla scoperta dei misteri di api, formiche, ragni e degli insetti che vivono nei corsi d’acqua: torna Entomodena, il meeting internazionale di entomologia, malacologia e invertebrati con la più grande esposizione del Paese, in programma sabato 22 dalle 9 alle 19 e domenica 23 settembre dalle 9 alle 13 alla Polisportiva Saliceta S. Giuliano (Strada Panni 83 – Modena). L’evento, che festeggia la cinquantesima edizione, è organizzato dal Gruppo Modenese Scienze Naturali, con il sostegno di Arci Modena, il patrocinio del Comune di Modena e il contributo di Conad, propone non solo milioni di insetti presentati in mostra ma uno sguardo rivolto all'intero sistema natura.

Ricco cartellone di appuntamenti per l’edizione autunnale con conferenze, mostre, incontri e laboratori per bambini e ragazzi su natura, flora e fauna che caratterizzeranno la due giorni di Entomodena. Si parte sabato 22 settembre con due momenti di confronto: alle 10.3 la tavola rotonda dal titolo “Dalla testimonianza di una storia contadina a luogo di educazione ambientale. Due anime per il Parco della Resistenza” con Eraldo Antonini, agronomo e coordinatore tecnico scientifico per la rivista Giardini; Elisa Monterastelli, consulente GMSN per il progetto “insetti.a.MO”; Giovanni Bettacchioli, entomologo ABOCA e Alessandra Filippi, assessora all’Ambiente del Comune di Modena. Coordina Mauro Ferri, medico veterinario, naturalista e componente del Consiglio direttivo GMSN. Alle 15, invece, si parlerà dei “Microinvasori che controllano la mente” con Enzo Moretto, direttore di Esapolis di Padova, museo che ospita una nuova sezione dedicata ai parassiti. 

Tante le mostre ospitate negli spazi di Entomodena, alcune di rilevanza internazionale come l’esposizione di antiche maschere tribali provenienti dall’Africa fino alla Papuasia, dal titolo “Le conchiglie nelle culture tribali”, che fa parte di una sezione del Museo Malacologico di Cupra Marittima. Da segnalare anche la “Mostra micologica dei funghi dell’Appennino”, grande esposizione di funghi freschi dell’Appennino emiliano a cura del Gruppo Naturalistico Modenese onlus e le “Case delle formiche”, i formicai costruiti in anni di lavoro dai mirmecologi del forum Formicarium.it e dalle loro formiche. In mostra anche “Il lavoro dell’apicoltore” con arnia didattica, attrezzi e prodotti dell’apicoltura a cura di Giovanni Lazzani e la live painting performance by ecofauna.com con colorazione in diretta di un modello scientifico di un insetto di tre metri realizzato da Lorenzo Possenti.

Sabato 22 ore 17.00 e Domenica 23 ore 11.00 con Elisa Monterastelli, che ne è l'autrice, sarà presentato il libro "LE ALTRE API" (guida pratica al riconoscimento degli Apoidei), per scoprire insieme la diversità delle “api selvatiche” e l’importanza di tutelare non solo le api da miele, ma tutti gli altri impollinatori. Idee per costruire un "Bee hotel" per api solitarie.

Quest’anno grande spazio verrà dato agli insetti che vivono nei corsi d’acqua con la mostra “Le nostre acque” che propone insetti con il ciclo vitale collegato all’ambiente acquatico e le relative imitazioni per la pesca e alcune attività tematiche come le animazioni “Veri o finti” con interpretazioni delle fasi di vita degli efemerotteri, tricotteri e plecotteri secondo i pescatori con la mosca artificiale a cura di esperti del C.P.M. Fly-Modena (sabato 10-13/15-19 e domenica 10-12) e i laboratori “Prova anche tu” con esperti di pesca con la mosca del C.P.M. Fly che faranno provare il lancio tecnico e la costruzione degli artificiali a imitazione degli insetti che vivono lungo i fiumi e i torrenti (sabato 10-12/15-18 e domenica 10-12. Prenotazione: cpmflymodena@gmail.com).

Tra le esposizioni anche “Gli insetti nell’arte” a cura di BIT: Bugs invasion therapy con realizzazioni giganti di Federico Malafede e Federica Venier e “Insecta metalli ed esoscheletri”, mostra omaggio ad una delle principali fonti di ispirazione dell’autrice, ai primi colonizzatori della terra, scintillanti ed affascinanti nelle loro espressioni fisiche, a cura di laura Cadelo Bertrand. Come da tradizione, la rassegna dedica ampio spazio ai giovanissimi appassionati di insetti e aspiranti entomologi.

Per informazioni consultare il sito www.entomodena.com o la pagina Facebook Entomodena. La prenotazione ai laboratori (giulio.galli1996@gmail.com) è obbligatoria per i gruppi e gradita per i singoli. 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Fiere, potrebbe interessarti

I più visti

  • McCurry, 70 immagini scattate in ogni angolo del mondo dedicate alla passione per la lettura

    • dal 13 settembre 2019 al 6 gennaio 2020
    • Palazzo dei Musei, Sala Mostre e Gallerie Estensi
  • Parva Naturalia, in Piazza Grande il tradizionale mercatino d’un tempo con le strenne di Natale

    • Gratis
    • dal 7 al 23 dicembre 2019
    • Piazza Grande Modena
  • Psicologia tibetana, meditazione, intelligenza emozionale: Conferenze e Workshop Gratuito

    • Gratis
    • dal 16 ottobre 2019 al 22 gennaio 2020
    • CEA
  • Il Capodanno 2020 in Piazza Roma diventa “La Notte della Taranta"

    • Gratis
    • 31 dicembre 2019
    • Piazza Roma
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento