AGO Modena Fabbriche Culturali​, mostre e laboratori durante il FestivalFilosofia

Mostre, installazioni, laboratori: nei giorni del festivalfilosofia (18 – 20 settembre) gli spazi di AGO Modena Fabbriche Culturali saranno un punto di riferimento centrale per il pubblico, che, tra una lezione magistrale e l’altra, potrà scoprire le potenzialità di questo luogo di cui sono oggi parte integrante il centro interdipartimentale di ricerca sulle digital humanities (DHMoRe) ed il centro per la didattica innovativa FEM Future Education Modena. L'intera programmazione prevista ad AGO è  stata ispirata dalla vocazione specifica di questo spazio e progettata assieme al festivalfilosofia attorno alla questione del rapporto tra scienze, arti e tecnologie.

Grazie ad un progetto a cura del centro DHMoRe, nei tre giorni del festival, il pubblico avrà la possibilità di riscoprire, grazie alla tecnologia della realtà aumentata, un gigantesco monumento modenese andato perduto: la statua equestre di Francesco III d’Este, che un tempo si trovava in Largo Sant’Agostino e fu abbattuta alla fine del Settecento in seguito ai moti rivoluzionari del 1796. La ricostruzione virtuale, alla quale il pubblico potrà accedere tramite smartphone o tablet, scaricando la app DigiMo e inquadrando la pavimentazione della piazza nel punto indicato da un apposito totem, è stata curata dagli studiosi Francesco Gherardini e Simone Sirocchi.

Mostre: per tutta la durata del festival gli spazi di AGO ospiteranno la mostra del fotografo Luigi Ottani ‘CORROTTI//Crash creativo’, nata da un incidente informatico - la rottura di un hard disk a cui è seguito il danneggiamento di 80 mila fotografie – al quale Ottani ha reagito in modo ironico e creativo, dando nuova vita al materiale digitale. Il formato digitale e le sue straordinarie applicazioni in gigapixel sono anche al centro della seconda mostra ospitata ad AGO, ‘Gli archivi del futuro’, a cura dei Giovani Imprenditori di Confindustria Emilia Centro: un’esperienza immersiva alla scoperta del tessuto storico industriale del nostro territorio, le cui immagini d’archivio sono valorizzate dalla riproduzione in altissima risoluzione. Le mostre sono a ciclo continuo con capienza limitata per gruppi di 15-20 persone senza prenotazione. La durata della visita è di circa 15-20 minuti ciascuna.

Laboratori: durante il festival, all’interno degli spazi di Future Education Modena (FEM), il pubblico sarà guidato in un viaggio interattivo, ‘Imparare dalle macchine’, basato sugli strumenti della linguistica, della matematica, della filosofia, delle arti, dell’informatica e della robotica. L’obiettivo è evidenziare un rapporto collaborativo e trasparente tra uomo e macchine, rispettoso dei reciproci limiti ma guidato dall’uomo, e dalla propria capacità di aggiornare grandi obiettivi sociali. La partecipazione avverrà in modo contingentato per gruppi a numero chiuso di un massimo di 30 persone. La durata del laboratorio è di 20 minuti. Prenotazioni online sul sito del FEM https://fem.digital

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Cittadini digitali. Incontri online su Spid, Fascicolo sanitario elettronico e PagoPA

    • Gratis
    • dal 24 marzo al 28 aprile 2021
    • Online
  • Con la zona arancione tornano tutti i banchi del mercato del lunedì

    • solo domani
    • Gratis
    • 12 aprile 2021
    • Parco Novi Sad
  • Anna Campori Seghizzi, alla Galleria Estense una mostra dossier della nobildonna modenese

    • dal 15 febbraio al 2 maggio 2021
    • Galleria Estense
  • "Profumo di gatto, profumo di libertà", mostra open air e sul web

    • dal 21 marzo al 21 aprile 2021
    • Piccolo Museo Profumalchemico
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    ModenaToday è in caricamento