Al PalaPanini arriva Federico Buffa con “Il Rigore che non c’era”

Un grande palcoscenico per un grande protagonista. Federico Buffa arriva a Modena con lo straordinario spettacolo “Il Rigore che non c’era”, il suo ultimo e già acclamato lavoro, scritto a quattro mani con Marco Caronna e prodotto da International Music and Arts. Il teatro, è proprio il caso di dirlo, dell’attesissima interpretazione sotto la Ghirlandina sarà il tempio del volley italiano: giovedì 10 ottobre il PalaPanini ospiterà infatti l’eccezionale storyteller in un evento che si inserisce nel cartellone degli eventi di SportMore, il progetto tutto modenese che fonde sport, cultura e comunicazione e che si prepara a un autunno ricco di manifestazioni dal richiamo internazionale fuori e dentro dai terreni di gioco.

La tappa geminiana è organizzata da SportMore in collaborazione col Comune di Modena e si tratta del secondo appuntamento di un lungo tour italiano che Buffa intraprenderà dal 9 ottobre, il giorno prima della puntata nell’impianto modenese di viale dello Sport, e che lo condurrà sui palchi dei più prestigiosi teatri del Paese. I biglietti dello spettacolo serale al PalaPanini sono in vendita da alcuni giorni sul circuito online TicketOne e ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web di SportMore e all’indirizzo mail info@sportmore.it, oltre che sui canali social, Facebook e Twitter, della rassegna.

“Il Rigore che non c’era” è una riflessione sul destino: a un certo punto di una qualsiasi partita, un qualunque arbitro decide di fischiare un rigore, giusto o sbagliato, vero o falso. In quel momento, quello in cui la sorte ci mette davanti a un bivio, con una porta rossa o una porta nera da aprire per proseguire il cammino, cambia la vita di tutti. Ed è così che comincia il viaggio del celebre interprete lombardo, interrogandosi sul destino che avrebbe potuto essere diverso, tra esistenze e sliding doors. Il “Rigore” si snoda con una caratteristica nuova per lo storyteller: non si tratta solo di storie a sfondo sportivo.

SportMore, progetto patrocinato dal Comune di Modena, è un format nuovo ma con le idee ben chiare: c’è innanzitutto la volontà di trasmettere cultura a 360 gradi, utilizzando lo sport come mezzo per comunicare e raccontare piccole e grandi storie che sappiano aprire nuovi orizzonti e regalare un’emozione potente.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

I più visti

  • Una cena sospesi a 50 metri di altezza, "Dinner in the sky" arriva a Modena

    • dal 3 al 7 giugno 2020
    • Parco Novi Sad
  • Arte. Marina Abramović / Estasi al Teatro Anatomico di Modena

    • dal 8 marzo al 30 giugno 2020
    • Teatro Anatomico
  • "Jules Van Biesbroeck. L'anima delle cose.", inaugura a Modena la mostra del pittore belga

    • Gratis
    • dal 6 dicembre 2019 al 6 giugno 2020
    • Galleria Bper Banca
  • Diventare istruttore cinofilo? A Modena si può

    • dal 22 febbraio 2020 al 23 gennaio 2021
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento