"Ghosts upon the road", Roberto "Jacksie" Saetti presenta il suo libro dedicato a Eric Andersen

Sabato 25 maggio alle ore 18.45 alla Libreria La Fenice di Carpi, Roberto "Jacksie"Saetti presenta "Ghosts upon the road - Eric Andersen disco per disco". Dialoga con l'autore Pierluigi Senatore. 

"A quei tempi passavo gran parte delle mie giornate divorando musica e molestando gli ascoltatori di una radio locale. Eric Andersen era un "pizzo" che, chi si sintonizzava, era tenuto a pagare ogni volta" - Roberto Jacksie Saetti.

Ghosts Upon the Road (dall’omonimo album del 1989) è il primo libro dedicato a Eric Andersen, un percorso biografico concepito analizzando disco per disco la sua carriera, raccogliendo sue testimonianze personali e il “making of” di ogni suo album, con contributi personali concessi agli autori, Paolo Vites, uno dei massimi esperti della scena folk rock statunitense, e Roberto ‘Jacksie’ Saetti, che vantano con lui una amicizia personale pluridecennale. Il libro è anche la grande sceneggiatura del movimento dei singer-songwriter e di tanti dei loro protagonisti.

Eric Andersen è uno dei massimi cantautori americani del Novecento, tuttora in attività. La sua carriera inizia nei primi anni Sessanta, nei piccoli club di San Francisco, per poi trasferirsi là dove ribolle la scena musicale del folk revival e della canzone di protesta guidata da Bob Dylan, il Greenwich Village di New York. Il suo esordio discografico, l’album Today is the Highway esce nel 1965.

Andersen ha attraversato la storia del suo Paese: dagli anni turbolenti e carichi di speranze del movimento per i diritti civili fino ai giorni nostri, con curiosità e una ricerca espressiva unica. Definito da Bob Dylan “un grande autore di ballate”, è stato tra i primis"Gsimi ad adottare uno stile introspettivo e riflessivo in grado di condizionare la canzone folk attraverso una scrittura poetica originale dai contenuti filosofici e romantici, un autentico troubadour dell’epoca moderna.

Pur non avendo mai goduto del successo commerciale che meritava, è riuscito comunque ad ottenere l’attenzione e il riconoscimento del pubblico che ha amato gli esponenti della più autentica canzone d’autore: Dylan, Cohen, Phil Ochs, Joni Mitchell e tanti altri.

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • A Modena il 4° convegno di Oncologia integrata

    • Gratis
    • 8 marzo 2020
    • Forum Monzani
  • Franco Fontana in "Sintesi", al Forum Monzani lezione magistrale del grande fotografo

    • solo domani
    • Gratis
    • 23 febbraio 2020
    • Forum Monzani
  • Le materie prime e i loro retroscena, un ciclo di conferenze

    • Gratis
    • dal 22 gennaio al 28 febbraio 2020
    • Comparto Sant'Eufemia

I più visti

  • Il Carnevale vien di notte, a Formigine i carri sfilano (anche) al calar del sole

    • Gratis
    • dal 20 al 25 febbraio 2020
    • Centro Storico
  • Arte. Marina Abramović / Estasi al Teatro Anatomico di Modena

    • dal 8 marzo al 30 giugno 2020
    • Teatro Anatomico
  • Auditorium Ferrari di Maranello, il cartellone della stagione 2019/2020

    • dal 7 novembre 2019 al 7 aprile 2020
    • Auditorium Enzo Ferrari
  • "9 Gennaio 1950- 9 Gennaio 2020: la memoria della città", in mostra ad AGO

    • dal 9 gennaio al 8 marzo 2020
    • AGO Modena Fabbriche Culturali
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento