“Hikikomori, Metamorfosi di una generazione, in silenzio” in scena alla Galleria Civica di Modena

Spettacolo "Hikikomori. Metamorfosi di una generazione in silenzio" in scena alla Galleria Civica di Modena (con la collaborazione di Emili Romagna Teatro Fondazione) dal 12 al 19 febbraio per la regia di Vincenzo Picone.

“Hikikomori, Metamorfosi di una generazione, in silenzio” è un lavoro teatrale di Holger Schober, per la regia di Vincenzo Picone, che si rappresenta dal 12 al 19 febbraio nella sala Grande della Galleria Civica di Modena, dove è allestita una mostra fotografica sullo steso tema con immagini dell’artista Francesco Jodice.

Coniato dallo psicologo giapponese Tamaki Saitō, il termine ‘Hikikomori’ indica un comportamento che colpisce circa un milione di ragazzi nipponici compresi tra i 16 e i 25 anni: rifiutano ogni tipo di rapporto con il mondo esterno e la società diventa loro completamente estranea e si rapportano quasi esclusivamente attraverso internet. Nello spettacolo a Palazzo Santa Margherita va in scena H., un protagonista esemplare di questa generazione che, nel chiuso asfittico della sua stanza, come in un nido/prigione, si abbandona alla non-azione. Il giovane H. diventa metafora di una generazione – afferma il regista Vincenzo Picone - quella delle “passioni tristi”, accusata di aver perso o di non aver mai avuto degli ideali, incapace di agire nel mondo e identificata, spesso, come una massa informe, dallo sguardo vuoto e inespressivo. È lo sguardo dei giovani di oggi, che cela uno specchio in cui siamo obbligati a rifletterci. Il rinnegare il mondo esterno chiudendosi nel buio di una stanza diventa un atto estremo di resistenza attraverso l’unica arma rimasta a disposizione, il proprio corpo. È così che H., nella sua debolezza e fragilità, rappresenta un esempio significativo per i nostri tempi liquidi, che dissolvono il pensiero uniformandolo al tutto indistinto”.

Lo spettacolo va in scena venerdì e sabato alle ore 21, mentre da martedì a venerdì alle 11. Il biglietto intero dello spettacolo serale costa 12 euro, il ridotto 9; per lo spettacolo del mattino il biglietto costa 9 euro. La biglietteria alla Galleria civica sarà aperta un’ora prima dell’inizio degli spettacoli. La biglietteria del Teatro Storchi (tel. 059 2136021) apre da martedì a venerdì dalle 10 alle 14, martedì e giovedì anche al pomeriggio dalle 16.30 alle 19; sabato dalle 10 alle 13 (biglietteria@emiliaromagnateatro.com).

In occasione dell'inaugurazione della mostra “Hikikomori”, sabato 13 febbraio alle 18 l'artista Francesco Jodice presenterà il film e incontrerà il pubblico, insieme all'antropologa e sociologa Vincenza Pellegrino (Università degli Studi di Parma) e il regista dello spettacolo Vincenzo Picone per un approfondimento sul tema.
 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • Auditorium Ferrari di Maranello, il cartellone della stagione 2019/2020

    • dal 7 novembre 2019 al 7 aprile 2020
    • Auditorium Enzo Ferrari
  • Lino guanciale debutta alla regia con "Nozze", prima assoluta alle Passioni

    • dal 7 al 15 dicembre 2019
    • Teatro delle Passioni
  • "Come una specie di sorriso", la poetica di Fabrizio De Andrè a Pavullo

    • solo domani
    • 12 dicembre 2019
    • Cinema Teatro Mac Mazzieri

I più visti

  • McCurry, 70 immagini scattate in ogni angolo del mondo dedicate alla passione per la lettura

    • dal 13 settembre 2019 al 6 gennaio 2020
    • Palazzo dei Musei, Sala Mostre e Gallerie Estensi
  • Parva Naturalia, in Piazza Grande il tradizionale mercatino d’un tempo con le strenne di Natale

    • Gratis
    • dal 7 al 23 dicembre 2019
    • Piazza Grande Modena
  • Psicologia tibetana, meditazione, intelligenza emozionale: Conferenze e Workshop Gratuito

    • Gratis
    • dal 16 ottobre 2019 al 22 gennaio 2020
    • CEA
  • Il Capodanno 2020 in Piazza Roma diventa “La Notte della Taranta"

    • Gratis
    • 31 dicembre 2019
    • Piazza Roma
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ModenaToday è in caricamento