rotate-mobile
Eventi Amendola / Strada Panni

Festa della Cooperazione, il Ministro Kyenge diserta all'ultimo minuto

Sabato 15 giugno, diversamente da quello che era stato annunciato nei giorni scorsi, la rappresentante del governo non potrà partecipare causa un Consiglio dei ministri

Come si suole dire in questi casi, "ha tirato il pacco" all'ultimo minuto. Il Ministro dell'Integrazione Cécile Kyenge non parteciperà alla “Primavera della Cooperazione internazionale”, la festa che si svolge al parco Amendola sud di Modena fino a domenica. Un Consiglio dei ministri convocato in giornata non consentirà al ministro di prendere parte a uno degli appuntamenti previsti per la giornata di domani, sabato 15 giugno. La segreteria della rappresentante del governo ha comunicato l’impegno istituzionale nel tardo pomeriggio di oggi, venerdì 14 giugno.

Rimangono confermati gli altri appuntamenti in programma a partire, dalle 17, allo spazio incontri con uno spettacolo di fiabe africane narrate e musicate a cura del gruppo Olelè e i laboratori di pittura per bambini e adulti. Alle 18 si discute di “La difesa della sovranità alimentare e l’accaparramento delle terre in Africa: il difficile sviluppo di un continente” con Stefano Liberti giornalista e autore del libro “Land grabbing: come il mercato delle terre crea il nuovo colonialismo” e con Sara de Simone volontaria di Mani Tese Campagna Sudan. Modera l’incontro Andrea de Georgio giornalista freelance residente in Mali.

La festa della cooperazione continua alle 20 con una cena africana a base di specialità dalla Costa d’Avorio e dall’Etiopia, per partecipare (il costo è di 20 euro, 15 per giovani e studenti) è necessario prenotare (tel. 331 1215319); sarà attivo anche il ristorante tradizionale. Alle 21 allo spazio incontri è in programma “Il film documentario di Dante Farricella “La legge (non) è uguale per tutti”, e alle 22 la serata prosegue con “L’Afrique c’est chic”, sfilata di abiti tradizionali con musiche e immagini dall’Africa e con la musica dal vivo con Le Chemin des Femmes, il coro delle donne migranti. Infine, dopo la mezzanotte arriva “La notte nera!” con canti, danze, musiche, ninne nanne e poesie della tradizione africana.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa della Cooperazione, il Ministro Kyenge diserta all'ultimo minuto

ModenaToday è in caricamento