FestivalFilosofia 2020 | Le 5 mostre ed installazioni da non perdere

Da Venerdì 18 a Domenica 20 Settembre Modena inaugura il FestivalFilosofia 2020 dedicato al tema "Macchine". Tra dibattiti, seminari e lezioni magistrali saranno tantissime e disseminate tra Modena, Carpi e Sassuolo le mostre ed installazioni del festival visitabili su prenotazione. Ve ne proponiamo alcune

Modena è pronta a dare il via, da Venerdì 18 Settembre a Domenica 20 Settembre, all'edizione 2020 del Festival della Filosofia a tema "macchine", storico appuntamento per appassionati e studiosi che, una volta all'anno, convergono sotto la Ghirlandina per partecipare ad incontri e dibattiti tematici. Ma non solo: installazioni multimediali, mostre e laboratori interattivi dislocati tra Modena, Carpi e Sassuolo si preparano con calore ed entusiasmo ad aprire i battenti al pubblico. In un calendario fittissimo di attività vi proponiamo di seguito le 5 installazioni e mostre da non perdere al FestivalFilosofia 2020.

ALBERI. WOOD WIDE WEB di Laura Tarugi

Quando: Venerdì 18 Settembre, ore 10.00-23.00 Sabato 19 Settembre ore 10.00-23.00 Domenica 20 Settembre ore 10.00-21.00

Dove: Studio Torti 10, Modena

Questo progetto di mostra, creato e curato dalla scultrice e fotografa Laura Tarugi, presenta un percorso composto da quattro installazioni incentrate sull’albero e sulla rete di comunicazione che si instaura tra ognuno di questi elementi naturali. Ogni albero, infatti, pur essendo un solo individuo, rinuncia alla propria individualità per mettersi in rete con gli altri. Si vengono a creare vere e proprie reti viventi che conoscono le soluzioni tecnologiche della condivisione, della comunicazione, dell’elaborazione e della memorizzazione. Tra gli alberi di “Socrate in Giardino”, il primo dei quattro percorsi, le cui chiome sono delle isole-nuvole fatte di creta e fil di ferro, il mondo è connesso collegando i diversi punti di vista che ogni albero mette a disposizione. In “La voce degli Alberi”, si va da un albero all’altro per ascoltare i QRcode attraverso i quali alcuni alberi monumentali, caratterizzati da luci di differenti colori, hanno messo in rete le loro secolari esperienze: ogni albero è unico come viaggiatore nel tempo e nello spazio ma ha messo in rete la sua esperienza che è diventata di tutti. In “Rete Biologica” attraverso un video di fotografie di alberi vivi, si viaggia tra le reti che gli alberi sanno costruire tra di loro con rami, tronchi, foglie, in ogni stagione della loro vita, mentre in “ la fabbrica della Luce” le foglie di un albero in rete metallica diventano i nodi della sinapsi delle reti che gli alberi costruiscono. Inoltre, a partire dalle ore 19, le sculture dell’esposizione si arricchiranno di un percorso di luce.

LABADANzky, PIG-MAGLIONE

Installazione ibrida e perturbante

Quando: Venerdì 18 Settembre, ore 9.00- 23.00 Sabato 19 Settembre ore 9.00-23.00 Domenica 20 Settembre ore 9.00-21.00

Dove: Bottega Consorzio Creativo, Modena

A cura di: Consorzio Creativo Modena

Il progetto, creato dall’artista LABADANzky, propone un dialogo concettuale ed intellettuale a proposito del complicato ed inquietante rapporto tra produzione e macchinari d’ogni sorta attraverso l’allestimento di un’installazione monumentale interamente realizzata a partire da oggetti che hanno ormai esaurito la loro funzione designata dal processo di produzione e consumo. L’installazione mima le sembianze di un ipotetico prodigio tecnologico, dall’aspetto tanto amichevole quanto perturbante e dalla funzione non direttamente identificabile. Lo schieramento di tale entità ibrida dissipa il confine tra il concetto di innovazione ed obsolescenza tramutando rottami in tecnologia futuristica e tecnologia futuristica in rottami, e mette in atto un percorso mentale che porterà l’osservatore a fare i conti con il rapporto tra umanità, tecnologia, libertà e fruizione.

NANI TEDESCHI, SIMBIOSI

I piloti e l’epopea dell’automobile

Quando: Venerdì 18 Settembre ore 10.00- 23.00, Sabato 19 Settembre ore 10.00- 23.00, Domenica 20 Settembre ore 10.00- 23.00. Dopo il Festival la mostra sarà visitabile fino a Doemenica 1 Novembre: Sabato ore 15.00 - 19.00 e Domenica ore 10.00-13.00 e 15.00-19.00. Per tutti gli altri giorni è necessario prenotare almeno 24 ore prima della visita presso Urp- Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Sassuolo.

Dove: Galleria Paggeriarte, Sassuolo

L’epopea dell’automobile rivive nelle preziosi illustrazioni di Nani Tedeschi, incisore e illustratore genitore di numerose esposizioni nazionali e all’estero, il cui tratto lieve sublima la potenza della macchina trasformandola in un sogno, e, retrospettivamente, in una nostalgia. Tanto più che alcune macchine sono indissolubilmente legate a chi le ha pilotate, in una simbiosi tra l’umano e il mezzo che condensa l’idea della velocità e della guida, come nei leggendari casi di Niki Lauda o Ayrton Senna, per non dire del mito del Drake.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna in zona gialla da domenica: Bonaccini: "No al coprifuoco natalizio"

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

  • Coronavirus, scendono i casi attivi e i ricoveri in regione. Modena conferma il calo

  • Coronavirus. In regione il 13,8% dei tamponi è positivo. Modena resta la peggiore per nuovi contagi

Torna su
ModenaToday è in caricamento